Volo suborbitale per 3 italiani, con Virgin Galactic

Ma gli Stati Uniti hanno bloccato i voli dell'azienda di Branson

Redazione ANSA

Una tuta intelligente costellata di sensori, leggera e robustissima, cellule nervose che diventano specialissime cavie e schiume a memoria di forma: è solo un assaggio dei 12 esperimenti che tre italiani si preparano ad affrontare in volo suborbitale: una missione che è una prima assoluta, nata dalla collaborazione fra Aeronautica Militare e Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), ospitata sul volo Unity 23 dello spazioplano SpaceShip 2 della Virgin Galactic. A poche ore dall'annuncio della missione, però, dagli Stati Uniti è arrivata la notizia che le autorità federali americane hanno blovvato i voli della Virgin Galactic in attesa dell'indagine sull' incidente di volo avvenuto in luglio e dovuto a una deviazione dalla traiettoria prevista. La la Federal Administration Aviation, secondo i media statunitensi, attende quindi di chiarire le cause di quell'incidente prima di aprire a ulteriori voli dell'azienda di Richard Branson.

 

Si annunciano quindi tempi più lunghi per la missione italiana, inizialmente prevista a fine settembre. La missione, la prima con esperimenti ospitata a bordo di uno spazioplano della Virgin e la prima di un equipaggio europeo, si chiama Virtute-1 (Volo italiano per la ricerca e la tecnologia suborbitale) e i protagonisti sono il colonnello Walter Villadei, al comando della missione, il tenente colonnello Angelo Landolfi, esperto di medicina aerospaziale, entrambi dell'Aeronautica Militare, e l'ingegner Pantaleone Carlucci,del Cnr, con esperienza di ricerca a bordo di piattaforme aeree.

“E’ il primo passo in un percorso di crescita”, ha detto il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso, presentando la missione Virtute-1 con il presidente del Cnr Maria Chiara Carrozza. Uno degli obiettivi è “sfruttare anche a fini commerciali mezzi che volano a quote elevatissime e che potrebbero garantire1,5 ore per collegamenti che adesso ne richiedono almeno dieci”, ha aggiunto riferendosi anche al progetto del primo spazioporto italiano nel sito di Grottaglie (Taranto). Lo stesso logo della missione rappresenta il collegamento ideale fra l’Italia e gli Stati Uniti e fra l’impegno in campo spaziale dei due Paesi, a 60 anni dal primo volo suborbitale della capsula americana Mercury.
 “E’ una nuova fase dello spazio, che apre nuove opportunità per la space economy”, ha detto Carrozza. “Sarei partita subito”, ha aggiunto.

Il lancio è previsto dallo Spaceport America, il primo spazioporto operativo per finalità commerciali del mondo, situato nel New Mexico (Stati Uniti). La durata complessiva del volo è prevista in circa quattro ore, ma il periodo di assenza di peso sarà di circa tre minuti, nei quali i tre italiani dovranno eseguire gli esperimenti. Lo spazioplano raggiungerà la quota di circa 90 chilometri.

“E’ un privilegio affrontare una missione come questa”, ha detto Villadei.”E’ una nuova frontiera che affrontiamo come una squadra. Sarò comandante della missione – ha aggiunto – e questo è un grande onore per me e per l’Italia”. Landolfi, che nella missione Eneide di Roberto Vittori era stato fra i medici di bordo, è “contento di avere una visione medica in più campi: mi ha aiutato a cogliere al meglio questa opportunità”. Per Carlucci la missione Virtute-1 “è un sogno che si realizza”.

Rosso, voli suborbitali occasione per spazioporti in Italia

Il primo passo per nuove opportunità commerciali ed economiche per futuri spazioporti da realizzare in Italia: è anche questo, per il Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso, il valore della missione Virtute-1. "E' il primo passo in un percorso di crescita", ha osservato a proposito della missione. Uno degli obiettivi, ha aggiunto, è "sfruttare anche a fini commerciali mezzi che volano a quote elevatissime e che potrebbero garantire1,5 ore per collegamenti che adesso ne richiedono almeno dieci". Missioni come queste, ha aggiunto, offrono "l'opportunità di sviluppare una risorsa del Paese come è lo spazio aereo" e fa da apripista per comprendere i requisiti tecnologici.
Realizzare uno spazioporto in Italia è un progetto che esiste già e che l'Enac ha da tempo annunciato, con l'avvio di una fase sperimentale nel 2023 nel sito di Grottaglie (Taranto).

Intanto le autorità federali americane non consentiranno a Virgin Galactic di volare in attesa dell'indagine su un incidente di volo in luglio. Lo riportano i media americani citando la Federal Administration Aviation. In luglio il volo Virgin Galactic ha deviato rispetto alla traiettoria prevista e le autorità intendono chiarire il perché.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA