Accordo Nasa-Axiom per la prima missione spaziale privata

Nel 2022 porterà sulla Iss quattro persone per otto giorni

Redazione ANSA

La Nasa e la compagnia texana Axiom Space hanno finalizzato l’accordo per la prima missione privata dell’era spaziale: il lancio è previsto non prima di gennaio 2022 e porterà sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) un equipaggio di quattro membri, che rimarrà in orbita per otto giorni coordinandosi con gli astronauti a bordo e i controllori di volo a terra. Lo rende noto la stessa agenzia spaziale statunitense, da tempo impegnata nel promuovere la commercializzazione dell’orbita bassa terrestre per lanciare la space economy a stelle e strisce.

“Il primo equipaggio privato in visita sulla Stazione spaziale internazionale rappresenta uno spartiacque nell’espansione dell’umanità al di fuori del pianeta e siamo lieti di collaborare con la Nasa perché diventi realtà”, ha affermato il presidente e amministratore delegato di Axiom, Michael Suffredini, ex responsabile del programma della Stazione spaziale della Nasa.

Il lancio della missione privata, chiamata Axiom Mission 1 (Ax-1), è previsto dal Kennedy Space Center in Florida non prima di gennaio 2022 e porterà sulla ISS un equipaggio formato da quattro membri. La Axiom ha proposto Michael Lopez-Alegria (ex astronauta della Nasa e vicepresidente di Axiom Space), Larry Connor (imprenditore immobiliare statunitense), Mark Pathy (investitore e filantropo canadese) e Eytan Stibbe (uomo d'affari israeliano ed ex pilota di caccia). Le loro candidature verranno esaminate dalla Nasa e dai suoi partner internazionali, così come avviene per tutti gli astronauti destinati alla ISS. Successivamente i quattro verranno sottoposti alle visite mediche per essere abilitati al volo. Lopez-Alegria sarà il comandante della missione, con Peggy Whitson e John Shoffner come supporto. In estate dovrebbe cominciare l’addestramento che verrà fatto con la Nasa, i suoi partner internazionali e SpaceX, che fornirà la navetta Crew Dragon per il trasporto fino alla ISS.

L’accordo prevede che Axiom acquisti dalla Nasa i servizi per la missione, come i rifornimenti per l’equipaggio, il trasporto del cargo nello spazio e altre risorse di uso quotidiano in orbita; la Nasa, invece, acquisterà da Axiom la possibilità di riportare a Terra alcuni campioni scientifici che devono essere mantenuti a basse temperature.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA