La sicurezza in mare a portata di clic, con gli occhi di SEonSE

Online la piattaforma spaziale di Telespazio e Asi

Redazione ANSA

La sicurezza in mare a portata di clic: SEonSE (Smart Eyes on the SEas), la piattaforma geospaziale di Leonardo per la sicurezza marittima, è da oggi online. L'annuncio è stato dato da Luigi Pasquali, coordinatore delle attività spaziali del gruppo erede di Finmeccanica e amministratore delegato di Telespazio, in un incontro con i giornalisti tenuto, assiema all'Agenzia spaziale italiana (Asi), a margine della grande fiera aeronautica internazionale di Farnbourough, in Gran Bretagna.

Grazie all'utilizzo del cloud computing e di avanzati modelli per l'analisi di grandi quantità di dati (Big data analysis), SEonSE consente di accedere in tempo reale, anche da tablet o smartphone, a informazioni personalizzate su ciò che avviene in mare. Si tratta di una soluzione realizzata da e-GEOS (una joint venture tra Telespazio, 80%, e Asi, 20%) che, integrando i dati provenienti da molteplici fonti, abilita servizi a uso duale per sicurezza e sorveglianza marittima, controllo dei traffici illeciti, monitoraggio ambientale, lotta alla pirateria. "Con SEonSE, la sicurezza marittima può sfruttare appieno i vantaggi offerti dalla trasformazione digitale: una grandissima mole di dati viene elaborata automaticamente in tempo reale per la protezione delle persone e dell'ambiente marino", ha sottolineato Pasquali.

SEonSE elabora le informazioni acquisite da satelliti e radar costieri e le fonde in modo automatico e continuo, grazie ad algoritmi proprietari, con elementi inviati da imbarcazioni, registri navali e banche dati di diversa natura, informazioni meteorologiche e oceanografiche. Dati che vengono inoltre confrontati con le informazioni storiche e i comportamenti abituali, permettendo di identificare condotte anomale e potenziali minacce per la sicurezza. Il risultato, ha assicurato Pasquali, è un'informazione tempestiva e di facile accesso, utile per individuare possibili rischi, segnalati da notifiche di allerta generale, intercettare le navi responsabili, pianificare le azioni delle autorità competenti e tracciare rotte sicure in ambienti ostili.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: