Ucraina, l'Orologio dell'Apocalisse a 100 secondi dalla mezzanotte

Esperti atomici, 'mai così vicini all'olocausto nucleare'

Redazione ANSA NEW YORK

 L'Orologio dell'Apocalisse, un metaforico segna tempo che calcola quanto tempo resta a un’ipotetica fine del mondo in base agli eventi che si verificano, resta a cento secondi dalla mezzanotte: lo rende noto il Bollettino degli Scienziati Atomici che annualmente tiene il polso dei pericoli di un olocausto nucleare.
    L'organizzazione, che è tornata a riunirsi negli ultimi giorni, aveva fissato il rischio a cento secondi da Armageddon già in gennaio, in occasione dell'annuale aggiornamento della valutazione del pericolo. "Che le lancette non si siano spostate non significa che la situazione si è stabilizzata", ha spiegato un portavoce: "L'invasione dell'Ucraina da parte della Russia e la conquista della centrale atomica di Zaporizhzhia fanno sì che l'umanità sia arrivata al punto più vicino di sempre alla autodistruzione nucleare".
    Il Bollettino degli Scienziati Atomici fu fondato dopo Hiroshima e Nagasaki da Albert Einstein, J. Robert Oppenheimer, Eugene Rabinowitch e altri scienziati dell'Università di Chicago che avevano contribuito alla realizzazione della prima bomba atomica nel Progetto Manhattan.
    E' da 75 anni che il Doomsday Clock offre le sue valutazioni.

 


    
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA