Si chiude Esof 2020, la scienza europea di casa in Italia

Bilancio organizzatori, si lavora per un appuntamento periodico

Redazione ANSA TRIESTE

Esof2020, Trieste città europea della scienza, chiude con un successo scientifico per l'alto livello degli scienziati partecipanti, per il numero degli eventi e la partecipazione del pubblico e anche per la presenza di ministri e del premier, Giuseppe Conte, che ha annunciato fondi alla ricerca di cui ha sottolineato il valore nel suo intervento di ieri. Il presidente di Euroscience, Miachael Matlosz, è sintetico ma efficace: "un successo nonostante la pandemia".

Trieste, città italiana dove maggiore è la concentrazione di scienziati e ricercatori in proporzione al numero di abitanti, è stata "abitata" per cinque giorni da nomi di altissimo livello, con due premi Nobel, Ada Yonah, Nobel per la Chimica e Barry Barish, Nobel per Fisica per le ricerche sulle onde gravitazionali; e Alessio Figalli, medaglia Fields per la matematica, equivalente al Nobel. Dall'economia - con il Governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco e l'economista statunitense Jeffrey Sachs - all'intelligenza artificiale, con Marc Mézard, Direttore dell' École normale supérieure francese, tanto per fare dei nomi.

Successo anche di pubblico: i 180 eventi tenutisi nei 5 giorni hanno registrato 1400 connessioni al giorno, con una media di 300 collegamenti per ciascun appuntamento.

Appena chiusi i battenti, si lavora a un nuovo progetto: l'eredità a Trieste della manifestazione, annuncia il Champion di Esof2020, il fisico Stefano Fantoni, potrebbe essere un Summer Institute sul tema della sostenibilità. Vale a dire un luogo (e una organizzazione) dove per pochi giorni si riuniscono i migliori scienziati del mondo in singole discipline, per interrogarsi su un argomento. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA