Dall'Unione Europea 653 milioni a 269 ricerche

Italia ottava con 11 progetti, 16 ricercatori italiani premiati

Redazione ANSA ROMA

Dalla rigenerazione del cuore alla guerra dei batteri, fino all'effetto dell'inquinamento sul cervello: sono tra 269 progetti innovativi che si sono aggiudicati i 653 milioni di euro stanziati dal Consiglio Europeo per la Ricerca (Erc). L'Italia è all'ottavo posto con 11 progetti, nella classifica che vede al primo posto Gran Bretagna, Germania e Francia, ma sono quinti nel complesso i 16 ricercatori italiani premiati, compresi quelli che lavorano all'estero.

Secondo il Consiglio Europeo della Ricerca i nuovi finanziamenti permetteranno di creare circa 2.000 posti di lavoro fra ricercatori, dottorandi e altri membri dei gruppi di ricerca.
I 269 progetti finanziati dall'Erc equivalgono al 12% delle  2.167 proposte presentate inizialmente e fra le quali sono stati
selezionati. Dei progetti approvati, inoltre, solo il 17% sono coordinati da ricercatrici. La classifica dei Paesi con il più
alto numero di progetti finanziati vede in testa la Gran Bretagna, con 66, seguita da Germania (42) e Francia (34). La
situazione resta più o meno invariata guardando le nazionalità dei ricercatori: 50 sono britannici, 40 tedeschi, 29 francesi e
18 spagnoli.

Per il presidente dell'Erc, Jean-Pierre Bourguignon, "la diversità e l'audacia delle ricerche presentate
quest'anno sono ancora una volta impressionanti". I progetti selezionati, ha aggiunto, "si avventurano in territori
inesplorati, l'ideale per nuove scoperte".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA