Trovati i resti del piu' grande dinosauro vissuto in Europa

Sull'Isola di Wight, e' un predatore con il muso da coccodrillo

Redazione ANSA

I resti del piu' grande dinosauro vissuto in Europa sono stati riportati alla luce sull'Isola di Wight, nel canale della Manica a Sud dell'Inghilterra: si tratta di un impressionante predatore carnivoro che camminava su due zampe e aveva il muso da coccodrillo, era lungo piu' di 10 metri e probabilmente pesava alcune tonnellate. Le ossa rinvenute, la cui scoperta e' stata guidata dall'Universita' di Southampton e pubblicata sulla rivista PeerJ Life & Environment, risalgono a circa 125 milioni di anni fa e il loro proprietario e' stato chiamato 'Spinosauride della roccia bianca', dal nome dello strato geologico in cui e' stato trovato.

"A giudicare dalle dimensioni dei resti, sembra rappresentare uno dei piu' grandi dinosauri predatori mai trovati in Europa, forse il piu' grande mai conosciuto", commenta Chris Barker, alla guida dello studio. "È un peccato che sia noto solo da una piccola quantita' di materiale - prosegue Barker - ma e' sufficiente per dimostrare che era una creatura immensa". Le ossa rinvenute includono, tra le altre, enormi vertebre appartenenti alla zona del bacino e della coda, tornate alla luce all'interno delle rocce presenti sulla costa sud-occidentale dell'isola, gia' famose per altri ritrovamenti di dinosauri.

Il grande predatore apparteneva alla famiglia degli spinosauridi (il cui nome significa 'lucertole spinose') vissuti tra 148 e 85 milioni di anni fa. I fossili di questa famiglia sono stati ritrovati in Africa, Europa, Sud America, Asia e Australia e pare che questi dinosauri si cibassero prevalentemente di pesci. Infatti, la formazione rocciosa in cui sono stati trovati i resti racconta l'inizio di un periodo di innalzamento del livello del mare, in cui probabilmente lo 'Spinosauride della roccia bianca' andava a caccia tra acque lagunari e distese sabbiose. Il prossimo passo, adesso, e' esaminare in dettaglio il materiale osseo, che potrebbe fornire informazioni sul tasso di crescita del dinosauro e sulla sua eta' al momento della morte.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA