L'alcol uccide 3 milioni di persone ogni anno

Rapporto Oms, nel 30% dei casi a causa di incidenti o violenza

Redazione ANSA ROMA

Una persona ogni 20 nel mondo muore a causa dell'alcol, ovvero 3 milioni ogni anno. E l'uso massiccio di alcol è stato causa di oltre il 5% del carico globale di malattia nel 2016. "È ora di intervenire - è l'appello di Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'Oms - per prevenire questa grave minaccia allo sviluppo di società sane".

    Tra tutti i decessi attribuibili all'alcol, il 28% è dovuto a infortuni, come quelli dovuti a incidenti stradali, autolesionismo e violenza interpersonale; il 21% a disturbi dell'apparato intestinale, il 19% a malattie cardiovascolari e il resto da tumori o disturbi mentali. Circa 2,3 miliardi di persone sono bevitori nel mondo e il consumo medio è di due bicchieri al giorno di vino o una birra grande. Ma circa 237 milioni di uomini e 46 milioni di donne soffrono di disturbi dovuti al bere eccessivo.


    L'Europa ha il più alto consumo pro capite, in particolare per quello che riguarda i giovani: se nel mondo, più di un quarto (27%) di tutti i ragazzi di 15-19 anni sono bevitori, nel vecchio continente questa percentuale arriva al 44%. "I paesi possono fare molto di più per ridurre i costi sanitari e sociali", sottolinea Vladimir Poznyak, coordinatore dell'Unità Gestione dell'abuso di sostanze dell'Oms. "Azioni efficaci - ha sottolineato - comprendono l'aumento delle tasse sulle bevande alcoliche, restrizioni sulla pubblicità e la limitazione della disponibilità fisica di alcolici".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA