Covid: fisico, in Umbria crescono ricoveri ma non nuovi casi

Per professor Gammaitoni "anomalia", diffusione sottostimata

Redazione ANSA PERUGIA

(ANSA) - PERUGIA, 29 NOV - In Umbria "da quindici giorni a questa parte" crescono i ricoverati negli ospedali in area Covid senza che ci sia una "evidente" salita del numero dei nuovi contagi giornalieri, la curva dei quali "sembra mantenersi piatta". Lo rileva il professor Luca Gammaitoni, fisico sperimentale dell'Università degli Studi di Perugia che analizza l'andamento della pandemia con i modelli matematici. "Qualcosa non torna" scrive sul suo profilo Facebook.
    Il professor Gammaitoni spiega che nelle precedenti ondate l'aumento della curva dei nuovi contagi giornalieri "ha sempre preceduto" quella dei ricoveri. "Molto probabilmente - spiega - la curva dei nuovi contagi giornalieri è sottostimata a causa della compresenza dell'influenza stagionale (non Covid). In molti casi è ipotizzabile che il paziente malato non faccia il test confondendo una patologia con un'altra, oppure non lo segnali una volta accertato. Insomma una risalita ci sarebbe ma non sarebbe evidenziata dai dati. Dobbiamo preoccuparci? No.
    Almeno fino a quando il numero dei casi della curva dei ricoverati in area Covid (123 al 29 novembre - ndr) non risalga significativamente sopra i 200 casi, il che significherebbe una nuova ondata di notevoli dimensioni. I prossimi giorni ci diranno come andrà. Per ora - conclude il professor Gammaitoni - il consiglio è sempre lo stesso: vaccinarsi e mascherina nei luoghi chiusi e affollati". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA