Rezza: 'Vaccinazione procede bene ma effetti non a breve'

'Nella seconda fase vaccino per fragili e anziani. Per i pazienti pediatrici copertura indiretta'

Redazione ANSA ROMA

"Le regioni stanno rispondendo molto bene alla vaccinazione e sta andando molto meglio che in altri Paesi che hanno una minore cultura vaccinale ma gli effetti non si possono vedere nel breve periodo. lo ha detto Gianni Rezza nel corso della conferenza stampa sui dati del monitoraggio. "Le persone fragili - ha spiegato - dovranno avere accesso alla vaccinazione contemporaneamente alle persone anziane nella seconda fase. "C'è una riflessione con le società scientifiche di riferimento per dare una copertura vaccinale anche ai pazienti ematologici e oncologici", ha poi aggiunto, il presidente del Css, Franco Locatelli. "Si pensa a coprire indirettamente anche i pazienti pediatrici, per i quali non è approvato l'uso del vaccino anti Covid - ha spiegato Locatelli - attraverso la vaccinazione prioritaria dei conviventi a partire da madre e padre". 

"Entrambi i vaccini approvati Pfizer e Moderna - ha detto Locatelli - sono basati sulla tecnologia Rna-messaggero e l'intervallo tra le due somministrazioni è di 28 giorni per Moderna anzichè di 21. Per ogni flacone di Moderna sono ottenibili 10 dosi, non necessita di essere diluito e si conserva tra 15 e 25 gradi". 

I dati sul vaccino Moderna - ha detto Locatelli - indicano "nei soggetti ultra 65enni delle percentuali di efficacia nell'ordine dell'85-86% e questo non era scontato". Riferendosi quindi al profilo della sicurezza del vaccino, "è assolutamente consistente con quello osservato con Pfizer", ha sottolineato.

La consegna delle dosi dei vaccini Moderna in Europa - ha spiegato un portavoce della Ue - inizieranno la prossima settimana e continueranno negli altri trimestri dell'anno". "Le consegne dei 200 milioni di dosi del vaccino Pfizer-Biontech saranno "completate" entro settembre 2021. I 100 milioni di dosi aggiuntive dell'opzione Pfizer-Biontech saranno consegnate nella seconda parte dell'anno. Quanto ai 300 milioni di dosi aggiuntive di Pfizer-Biontech annunciate oggi dalla presidente Ursula von der Leyen, arriveranno nel 2021".

"Oggi - ha detto Locatelli - l'Ue ha annunciato che ci saranno 300 mln di dosi di vaccino Pfizer in piu per l'Unione europea e il 13.46% saranno destinate all'Italia e questo rassicura rispetto alle dosi che avremo nel corso dell'anno".

"Ieri - ha spiegato - siamo stati vicini alle 90mila vaccinazioni e questo documenta la capacita del Paese perchè è importante la velocità". 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA