Covid: Gimbe, a gennaio +27% casi dopo 6 settimane di calo

Numeri sottostimati da riduzione testing del 21% in 2 settimane

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 07 GEN - Dal 29 dicembre 2020 al 5 gennaio 2021, rispetto alla precedente, si registra un incremento dei nuovi casi di Covid del 26,7% (114.132 rispetto a 90.117), dato che mostra "l'inversione della curva dei nuovi casi, dopo 6 settimane consecutive di calo". E' quanto emerge dal monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe. Si tratta, commenta il presidente Gimbe Nino Cartabellotta, di "numeri sottostimati dalla decisa frenata del testing nelle ultime due settimane". Dal 23 dicembre al 5 gennaio, rispetto ai 14 giorni precedenti, infatti, il numero dei tamponi effettuati in Italia si è ridotto del 20,9% (-464.284). Nella settimana a cavallo del nuovo anno, rispetto alla precedente, tornano a crescere i decessi Covid del 3,6% (3.300 rispetto a 3.187), Sono quasi stabili gli attualmente positivi (569.161 rispetto a 568.728) ma torna a crescere il numero di pazienti Covid in rianimazione (2.569 rispetto 2.549 pari al +0,8%) e le terapie intensive sono sopra la saturazione in metà delle Regioni.
    Secondo la Fondazione, "si intravede l'inizio della terza ondata" mentre "il reale impatto del vaccino è molto lontano" e "rischiamo di avere solo il 5% di vaccinati a marzo". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA