Recovery: da territorio ad ospedali, 20 progetti per 64 mld

Anche la salute mentale tra gli obiettivi del ministero

Redazione ANSA

Venti progetti finanziati con 64.194.800.000 euro. Sono quelli previsti dal ministero della Salute per l'utilizzo delle risorse del Recovery Fund. Vari sono i progetti finalizzati al potenziamento dell'assistenza territoriale e degli ospedali, ma anche alla salute mentale e al fascicolo sanitario elettronico.

'La casa 'digitale' come primo luogo di cura' è , ad esempio, uno dei progetti finanziato con 2,5 miliardi di euro in 5 anni. Il progetto, si spiega, "contribuisce alla realizzazione di interventi per la riorganizzazione e la gestione dei servizi di cure domiciliari integrate attraverso l'utilizzo delle tecnologie digitali ed, in particolare, delle opportunità offerte dall'intelligenza artificiale (IA) e dall'evoluzione della rete (networking) che consente l'acquisizione di dati da sensori in maniera capillare, la telepresenza di presidi medici virtuali e la movimentazione di dati tra registri remoti".

Ed ancora si punta a 'Servizi territoriali digitali e a misura di cittadino' con 'la Casa della comunità al centro del territorio con i Medici di Medicina Generale'. I fondi (1,5 mld) sono destinati pure alle nuove residenze sanitarie assistenziali per "aver cura delle persone fragili in luoghi tecnologici, sostenibili e accoglienti".

Un finanziamento di 1 mld è poi previsto per il progetto 'Aver cura delle persone con disturbi mentali: continuità delle cure, inclusione, interconnesione e digitalizzazione dei servizi territoriali'. Si punta anche al rafforzamento della Rete Consultoriale per "un approccio innovativo, digitale e multiprofessionale alla Medicina di Genere", con un finanziamento di 1 mld in 6 anni.

Altro obiettivo cruciale sono gli ospedali con il progetto 'Verso un nuovo ospedale sicuro, tecnologico, digitale e sostenibile' che prevede un finanziamento di 34,4 mld in 6 anni. Riflettori anche sulla evoluzione del fascicolo sanitario elettronico e "potenziamento della capacità di raccolta, elaborazione e analisi delle informazioni relative al cittadino", con un progetto da 1,5 mld in 5 anni. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA