Fine vita: Mina Welby, ora legge per libertà di decidere

'E' la conclusione vittoriosa della battaglia di Piergiorgio'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) -  "Sono molto felice che ora, dopo la sentenza della Consulta, finalmente potremo avere in Italia la possibilità di arrivare ad una legge per la libertà di decidere fino alla fine". Lo ha detto all'ANSA Mina Welby, moglie di Piergiorgio Welby, commentando la sentenza della Corte Costituzionale che apre al suicidio assistito. E' "la conclusione vittoriosa della battaglia che mio marito Piergiorgio, fino a Dj Fabo, hanno avviato", ha affermato. "Naturalmente - ha sottolineato Mina Welby - vanno anche applicate tutte le risorse che la legge prevede a tutela dei malati, ovvero legge per il biotestamento e la legge 38 per le terapie antidolore". Oggi la Consulta, ha proseguito, "ha dato una possibilità a quelle persone che non hanno più altra scelta se non di chiedere di poter morire, perchè per loro non ci sono più cure possibili". Ora, è il suo monito, "il Parlamento legiferi sulla base della sentenza della Corte". "Piergiorgio - conclude Mina Welby - sarebbe felicissimo e anche dj Fabo, perchè questo era il loro obiettivo ed era nel loro spirito. E' la conclusione vittoriosa della loro battaglia. Piergiorgio mi aveva chiesto di andare avanti per lui, ed oggi sono molto felice".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA