Chiedimi se sono di turno, una commedia sul lavoro degli infermieri

Giacomo torna a teatro per primo congresso della Federazione

Redazione ANSA ROMA

Il lavoro dell'infermiere, alle prese tra tagli del personale, aumento dei carichi di lavoro, esigenze dei pazienti e rapporto coni medici, arriva stasera sul palco dell'Auditorium Parco della Musica. Con 'Chiedimi se sono di turno', Giacomo Poretti, del noto trio Aldo Giovanni e Giacomo, torna a teatro per raccontare una storia che nasce dalla sua esperienza personale. Il suo one man show, scritto appositamente per l'evento capitolino, riporterà sul palco uno dei comici più noti ed apprezzati. Lo spettacolo inedito saluterà infatti gli infermieri presenti alla serata inaugurale del primo Congresso della Federazione nazionale delle Professioni infermieristiche (Fnopi), che si è aperto oggi a Roma. E stavolta per lui ci sarà una platea d'eccezione, ovvero i suoi ex colleghi di corsia.
    Poretti ha studiato Infermieristica nei primi anni Settanta, iniziando a lavorare nel 1974 presso l'ospedale di Legnano, mentre si diplomava alla scuola di Teatro di Busto Arsizio. E' passato dall'Unità di Neurologia a quella di Oncologia e quindi di Traumatologia, diventando anche caposala. Ma dopo 11 anni di carriera, visto il successo riscosso insieme ad Aldo Baglio e Giovanni Storti, ha lasciato la professione per darsi definitivamente allo spettacolo. Da allora, non è la prima volta che Giacomo ambienta in corsia i suoi sketch. "Quello dell'Infermiere lo considero sempre uno dei lavori più belli, con un impatto umano incredibilmente alto", aveva detto in passato.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA