Donne maltrattate sviluppano la sindrome del cuore infranto

I cardiologi lanciano l'allarme, le violenze causano la cardiomiopatia

Redazione ANSA

La sindrome del cuore infranto non è un ricordo da letteratura romantica, è una patologia molto seria, studiata e curata dai cardiologi. Si tratta della cardiomiopatia e colpisce quasi esclusivamente le donne. Conosciuta anche come sindrome di Tako-Tsubo, o cardiomiopatia da stress, si riscontra principalmente in seguito a lutti o eventi traumatici. In vista della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne di domani, i cardiologi di Place, Platform of Laboratories for Advanced in Cardiac Experience, summit in corso a Roma, lanciano l'allarme sull'insorgere di questa patologia nelle donne sottoposte a maltrattamenti. "Nell'anamnesi di molti dei soggetti colpiti è stata evidenziata la presenza di un prolungato stress emotivo, tipico delle situazioni in cui la donna è sottoposta a maltrattamenti e abusi, fisici ma anche psicologici", spiega Leonardo Calò, Direttore Uoc del Policlinico Casilino. "Parliamo di una patologia - aggiunge - che si manifesta con sintomi molto simili a quelli dell'infarto miocardico, come dolore al petto e affanno improvviso, e che non deve essere sottovalutata poiché, secondo recenti studi, ha un tasso di mortalità analogo a quello dell'infarto".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA