Vitamina D, preziosa per ossa e apparato muscolare

Se c'è carenza, rischio cadute per il 30% degli anziani

Redazione ANSA ROMA

 Vitamina D e ossa, un connubio inscindibile. Ma il prezioso ormone oltre a ricoprire un'importanza fondamentale per la salute dello scheletro, incide anche sulla funzione del muscolo. Emerge all'8° Skeletal Endocrinology Meeting di Mantova.


    "Un basso livello di vitamina D è legato a doppio filo alla miopatia, ossia alla perdita di forza muscolare", spiega Andrea Giustina, Professore di Endocrinologia e Metabolismo al San Raffaele di Milano. Il deficit e la carenza di questa vitamina, endemiche nella popolazione italiana, arriva all'80% in quella anziana che proprio per questo deficit rischia cadute pericolose. A Mantova, gli specialisti hanno citato alcuni studi in cui è stato dimostrato che il trattamento con la vitamina D 3 e calcio per 3 mesi ha ridotto il rischio di cadute del 49% rispetto al solo calcio. Un altro gruppo di ricercatori, australiani, ha sottoposto un campione di pazienti a trattamento con vitamina D 2 e calcio per 2 anni riducendo il pericolo di cadute del 30% rispetto al calcio da solo. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA