Pnrr, Teramo 'laboratorio'per innovativa assistenza territoriale

Manager Asl Di Giosia, qui progettazione 'polo della fragilità'

Redazione ANSA TERAMO

(ANSA) - TERAMO, 08 GIU - Il Pnrr rappresenta "un piano di grande rilancio e potenziamento, verso un innovativo modello organizzativo dell'assistenza sanitaria territoriale. La rinnovata attenzione al territorio può essere la leva per una reale e più completa applicazione dei valori di universalità, uguaglianza ed equità a cui si ispira il Servizio sanitario nazionale". Lo ha detto Maurizio Di Giosia, direttore generale della Asl di Teramo e coordinatore Fiaso Abruzzo, nel corso del convegno "I valori del Servizio sanitario nazionale e le sfide della post pandemia. Dal PNRR al DM 71", organizzato a Teramo dalla Asl e da Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere (Fiaso).
    "Siamo convinti che l'Asl di Teramo, con il suo territorio, possa giocare in questa fase un ruolo di straordinario laboratorio - ha aggiunto Di Giosia - A Teramo, infatti, si stanno concentrando una serie di elementi di novità organizzativa e gestionale che vedono, accanto al progetto per la realizzazione di un nuovo ospedale per acuti, una riforma della sanità territoriale da noi iniziata in anticipo con un progetto sperimentale per la gestione degli anziani fragili e infine la progettazione del nuovo polo della fragilità".
    Nel corso dei lavori sono intervenuti anche Stefano Lorusso, direttore generale Unità di Missione per l'attuazione del Pnrr, ministero della Salute; il direttore generale di Agenas, Domenico Mantoan, e la presidente della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche (Fnopi), Barbara Mangiacavalli. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA