Covid, messo a punto test per diagnosi dal respiro

Cattura l'RNA del virus e lo rende analizzabile alla PCR

Redazione ANSA ROMA

Ricercatori della Brown University di Providence (USA) hanno messo a punto un test capace di rilevare le particelle di virus SARS-CoV-2 nel respiro che potrebbe affiancare o sostituire il convenzionale tampone. Il team ha illustrato l'efficacia di questa strategia in uno studio pubblicato sul Journal of Molecular Diagnostics.

Il sistema è simile ai Breath Test che oggi vengono usati per alcuni problemi metabolici, ma i ricercatori hanno trovato il modo di adattarlo alle peculiarità dell'infezione virale. Dopo che il paziente ha respirato per una decina di secondi in un apposito dispositivo, l'RNA del virus espulso con l'aria e le goccioline di saliva viene catturato e, attraverso l'esposizione a un mix di enzimi e olii minerali, viene trasformato in DNA. Quest'ultimo può essere agevolmente sottoposto a PCR, la reazione a catena della polimerasi usata per la diagnosi dei tamponi molecolari.

Il dispositivo è stato testato in 70 pazienti ricoverati al Rhode Island Hospital di Providence tra maggio 2020 e gennaio 2021 ed è risultato avere un'efficacia solo poco inferiore al tampone nasofaringeo analizzato in laboratorio. In alcuni casi, secondo i ricercatori, potrebbe rivelarsi anche più utile del tampone, dal momento che è più indicativo di una infezione delle basse vie respiratorie: "Il coinvolgimento del basso tratto respiratorio è spesso un precursore di una forma grave di Covid-19", dice il coordinatore dello studio William G. Fairbrother. "Quindi c'è un vantaggio nel campionamento del respiro".

I ricercatori hanno anche dimostrato come il dispositivo possa essere adattato per rilevare il genoma del virus nell'aria, ipotizzando un suo utilizzo in ambienti chiusi e affollati, come i ristoranti o gli ospedali. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA