Covid: purificatori aria efficaci contro contagio aerosol

Studio in grande ospedale australiano durante seconda ondata

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 12 AGO - Ricercatori australiani hanno dimostrato che purificatori d'aria economici e portatili sono uno strumento efficace e pratico per limitare la diffusione di Covid-19 tramite aerosol negli ospedali, potrebbe essere considerato per gli hotel di quarantena e altri ambienti sanitari. Pubblicato sulla rivista 'Infection Control and Hospital Epidemiology', lo studio ha tracciato il flusso d'aria e il movimento delle particelle aerosolizzate in un reparto Covid-19 del Royal Melbourne Hospital. Usando due piccoli purificatori d'aria in una singola stanza di un paziente di un reparto dell'ospedale, lo studio ha rilevato che del 99% di aerosol può essere neutralizzato entro cinque minuti e mezzo. L'aria che circolava fuori dalla stanza del paziente portava molto meno aerosol e si riduceva quindi anche il rischio di infezione per il personale nelle aree cliniche circostanti. Lo studio è stato motivato dall'elevato numero di personale sanitario che si era contagiato in quell'ospedale durante la seconda ondata di pandemia a Melbourne a metà del 2020. Un totale di 271 operatori sanitari avevano contratto l'infezione di Covid-19 con inchieste che suggeriscono che la maggior parte di questi contagi erano avvenuti in strutture sanitarie. La responsabile dello studio Kristy Buising, responsabile del servizio malattie infettive nell'ospedale stesso, scrive che i purificatori d'aria rimuovono gli aerosol prima che possano uscire dalla stanza del paziente, ma sono stati testati per vedere se proteggevano il personale sia all'interno che all'esterno. Utilizzando solo due piccoli purificatori d'aria portatili in una singola stanza di paziente, lo studio indica che il 99% dell'aerosol può essere rimosso entro 5 minuti e mezzo. Per lo studio è stato utilizzato un aerosol a base di glicerina come surrogato per gli aerosol respiratori, ed è stata misurata la trasmissione da un'unica stanza di paziente ai corridoi ed a una postazione infermieri nel reparto. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA