Con alto peso alla nascita più rischi per il cuore da adulti

Peso di 4 chili o più associato a sviluppo fibrillazione atriale

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 19 OTT - Venire al mondo troppo 'cicciottelli', ovvero con un peso di 4 chili o più, va di pari passo con un maggior rischio di sviluppare problemi del ritmo cardiaco da adulti. A mettere in guardia è uno studio presentato alla 31/ma edizione del Great Wall International Congress of Cardiology, il più grande congresso di cardiologia del continente asiatico, in corso in modalità virtuale da oggi fino al 21 ottobre.
    La fibrillazione atriale è una condizione molto comune che colpisce più di 40 milioni di persone nel mondo e comporta un rischio cinque volte maggiore di avere un ictus. I ricercatori hanno utilizzato i dati di 321.223 individui per identificare 132 varianti genetiche associate al peso alla nascita per identificare quale di queste varianti giocasse un ruolo nella fibrillazione atriale. Dai dati è emerso che i partecipanti con un peso alla nascita di circa 500 grammi sopra la media (di 3.4 kg) avevano il 30% di probabilità in più di sviluppare il disturbo del ritmo cardiaco. "Uno dei principali punti di forza del nostro studio - afferma l'autore principale, Songzan Chen della Zhejiang University, Hangzhou, Cina - è la metodologia, che ci consente di concludere che potrebbe esserci una relazione causale tra un elevato peso alla nascita e la fibrillazione atriale". Prevenire l'aumento del peso alla nascita, aggiunge, "potrebbe essere un nuovo modo per evitare la fibrillazione atriale nei figli, ad esempio con una dieta equilibrata e controlli regolari durante la gravidanza, in particolare per le donne in sovrappeso o diabetiche". Allo stesso tempo, persone nate con un peso elevato, conclude, "dovrebbero adottare uno stile di vita sano per ridurre la loro probabilità di sviluppare fibrillazione". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA