Sileri, fluttuazioni giornaliere dei casi sono minime

No a report giornaliero, numeri che contano le terapie intensive

Redazione ANSA ROMA

"Sono contrario a dare i dati tutti i giorni, darei il trend settimanale. In ogni caso sono dei numeri bassissimi, puoi avere 170 casi un giorno e 210 un altro, la fluttuazione è minima". Questo il parere del viceministro della Salute Pierpaolo Sileri, intervenuto ai microfoni della trasmissione "L'Italia s'è desta", su Radio Cusano Campus.

Andrebbe spiegato poi, secondo Sileri, "chi sono queste persone positive, sono persone sottoposte a screening, se sono persone che hanno fatto il test rapido e poi il tampone. E soprattutto se sono malati o sono solamente dei positivi". I numeri "importanti" da considerare, prosegue, "sono quelli che rappresentano l'impegno del nostro servizio sanitario nazionale.

Se ogni giorno calano i ricoverati in terapia intensiva, è lì che dobbiamo esprimere la realtà dei numeri". Rispetto all'aumento dei morti che si registra in alcuni giorni, "bisognerebbe valutare anche chi sono coloro che sono deceduti.

Ad esempio, ci sono state persone che sono state ricoverate dopo un incidente stradale e sono poi risultate positive al Covid".

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA