Ad Angelini lo sviluppo di un farmaco per Sindrome Angelman

La molecola deve ancora essere approvata dalle autorità

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 13 LUG - E' l'azienda farmaceutica Angelini Pharma la responsabile dello sviluppo, della produzione e della commercializzazione di Ov101 (gaboxadol), molecola per il potenziale trattamento della sindrome di Angelman nell'Unione Europea, in altri Paesi del Mercato economico europeo, nonché in Svizzera, Turchia e Regno Unito e Russia. Ciò è stato possibile grazie a un accordo raggiunto con la società biofarmaceutica Ovid Therapeutics. Ov101 è attualmente in fase di valutazione per la sindrome di Angelman: i principali risultati di uno studio in fase 3 sono attesi per il quarto trimestre del 2020. La sindrome di Angelman è una rara malattia genetica caratterizzata da una varietà di segni e sintomi. Le caratteristiche di questa patologia comprendono sviluppo ritardato, disabilità intellettiva, gravi disturbi del linguaggio, problemi di movimento ed equilibrio, convulsioni, disturbi del sonno e ansia. Chi soffre di sindrome di Angelman ha in genere un'aspettativa di vita normale, ma non è in grado di vivere in modo autonomo. A livello globale, la malattia colpisce circa una persona su 12-20.000. Ad oggi non esistono terapie approvate e il trattamento consiste principalmente in interventi comportamentali e nella gestione farmacologica dei sintomi. Secondo i termini dell'accordo, Ovid riceverà un anticipo di 20 milioni di dollari e avrà diritto a ricevere ulteriori pagamenti (fino a un totale di altri 212,5 milioni di dollari) al raggiungimento di specifici traguardi di sviluppo, produzione e vendita. Ovid manterrà tutti i diritti commerciali su Ov101 negli Usa e nel resto del mondo. "Angelini Pharma è un partner ideale per l'Europa, grazie alle sue profonde conoscenze regionali, alle infrastrutture consolidate, al retaggio di lanci di prodotti di successo e al suo impegno nel migliorare la qualità della vita delle comunità di pazienti che serve", ha dichiarato Jeremy Levin, Ceo di Ovid Therapeutics. Per Pierluigi Antonelli, Ceo di Angelini Pharma, "la nuova business unit Angelini Pharma Rare Diseases Ag contribuirà allo sviluppo, alla registrazione, alla produzione e, in caso di approvazione, alla commercializzazione in Europa di Ov101, il promettente farmaco di Ovid Therapeutics attualmente sottoposto a valutazione in uno studio clinico di fase III per il trattamento della sindrome di Angelman". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA