Zampa, debolmente positivi Covid restino in quarantena

"Non abbiamo riaperto troppo presto"

Redazione ANSA ROMA

Anche le persone cosiddette 'debolmente positive' dovrebbero restare in quarantena. Lo ha affermato la sottosegretaria alla salute Sandra Zampa intervenendo alla trasmissione 'L'aria che tira' su La7. I piccoli focolai che si stanno verificando, ha ricordato la sottosegretaria, "possono essere chiusi e guariti, non bisogna avere paura. Chi ha fatto lo spiritoso con la app Immuni - ha aggiunto - dicendo che non funziona oggi di fronte a questi piccoli focolai li inviterei a ripensarci".

"Sapevamo che piccoli focolai si sarebbero manifestati. Questa è la ragione per cui, dal ministero della Salute, è sempre arrivato un invito anche agli esperti di non mandare messaggi sbagliati ai cittadini". Lo ha affermato il sottosegretario alla Salute, Sandra Zampa, nel corso della trasmissione 'L'aria che tira' sul La7.
"Non abbiamo aperto troppo presto - ha aggiunto - abbiamo aperto quando è stato possibile farlo, quando abbiamo ottenuto gli obiettivi che c'eravamo dati. Ora, però, non si può abbassare la guardia".
La decisione sulla chiusura di zone come Mondragone, ha aggiunto Zampa, "non tocca più, e per altro non è mai toccato in esclusiva, al Governo. La chiusura di una realtà può essere decisa dal sindaco, dal presidente della Regione o dall'esecutivo. Ovvio che il presidente della Campania Vincenzo De Luca, come tutti i governatori, può sempre contare sull'aiuto del Governo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA