Giornata della psicologia, mano tesa per uscire dall'isolamento

Il 10 ottobre, una campagna del Consiglio nazionale dell'Ordine

Redazione ANSA ROMA

Quando accade di sentirsi soli ed emarginati, quando sembra che il mondo esterno sia inaccessible e minaccioso, la figura dello psicologo può essere di grande aiuto, tende una mano amica. La psicologia aiuta a uscire dall'isolamento e a rimettere al centro la persona. Questo il messaggio lanciato dal Consiglio Nazionale Ordine degli Psicologi (Cnop) con la campagna nazionale per la giornata della psicologia che si svolge il 10 ottobre. Il tema centrale scelto per questa edizione, che sarà presentata ufficialmente con un evento in Senato il 5 ottobre, è 'Periferie esistenziali'. Il tema del disagio sociale è percepito con grande interesse in relazione alle "periferie", dimenticate o trascurate. "Ci riferiamo alle periferie non soltanto geografiche e di quanti si trovano fisicamente lontani dal cuore pulsante della comunità, ma soprattutto alle 'periferie esistenziali'- evidenzia Fulvio Giardina, presidente Cnop- 'luoghi lontani dell'animo', di chi si sente emarginato dalla società, di chi è lacerato da tensioni e conflitti, di chi non riesce a far fronte alla complessità esistenziale, riscontrabile anche nel disagio di molti giovani e adolescenti". Diversi gli eventi che caratterizzeranno la giornata della psicologia 2017, in tutta Italia, voluta in concomitanza con la Giornata Mondiale della Salute Mentale. Oltre a un video sarà lanciato su Radio 2 anche uno spot, che avrà come testimonial il giornalista Michele Mirabella. Per tenersi aggiornati si può consultare il sito www.psy.it/giornatapsicologia. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA