Problemi urologici per 10 mln italiani, giornata prevenzione

Si terrà l'11 giugno, Rosario Fiorello è il testimonial

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 10 GIU - Cistite, infiammazione della prostata, disfunzioni sessuali: sono circa 10 milioni le italiane e gli italiani che soffrono di problemi urologici, a volte anche senza saperlo. E, a causa della pandemia Covid, potrebbero aver dato poca importanza alla prevenzione e ai possibili sintomi di qualcosa che non va. Per richiamare l'attenzione sui problemi che si manifestano 'dalla vita in giù' è stata istituita, a partire da quest'anno, la Giornata nazionale dell'Urologia, che si celebrerà l'11 giugno. Promossa dalla Società Italiana di Urologia (Siu) e dalla Fondazione Siu, in collaborazione con Federazione delle Società Medico Scientifiche Italiane, la giornata vede come testimonial Rosario Fiorello.
    La prevenzione e la diagnosi precoce, spiega Walter Artibani, segretario della Siu, "non sono possibili senza una forte sensibilizzazione delle persone. La nascita di questa Giornata è anche l'occasione per annunciare che il servizio #SIURisponde, dedicato ai consulti online one-to-one, sarà reso attivo tutto l'anno. Basterà andare nella pagina dedicata del sito www.siu.it e seguire le indicazioni per avere un primo video consulto con il nostro pool di esperti". Il servizio è nel massimo rispetto della privacy, aggiunge Luca Carmignani, presidente di Fondazione Siu e direttore dell'Uoc Urologia presso il Policlinico San Donato di Milano, "non intende fornire consulenze mediche sostitutive del parere di uno specialista e non costituisce in alcun modo una visita medica. Si tratta piuttosto di una consulenza indicativa a cui deve seguire, per una diagnosi e un'eventuale terapia, l'esame clinico da parte del medico".
    "Noi uomini - commenta Rosario Fiorello - ci controlliamo meno delle donne. Invece bisogna farlo, da soli, magari con l'autopalpazione del testicolo, o chiedendo al proprio medico.
    Problemi come l'ipertrofia della prostata, l'infertilità, l'impotenza si possono prevenire. Non bisogna arrivare al controllo quando ormai la situazione potrebbe essere compromessa". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA