Mercedes EQG, sarà davvero l'ultra Geländewagen elettrico

4 motori per impareggiabili prestazioni in off-road e su strada

Redazione ANSA ROMA

 Ultra Geländewagen: all'interno dei circoli ingegneristici Mercedes-Benz il futuro modello W463, cioè il fuoristrada elettrico EQG si è già guadagnato la fama di primo della classe e viene affettuosamente chiamato usando quella parola tedesca che significa letteralmente veicolo fuoristrada e che è stata la base per la definizione commerciale della Classe G.
   

Ma è egualmente facile spiegare il valore del termine Ultra, visto che il passaggio alla propulsione 100% elettrica significherà l'ingresso in un mondo di prestazioni mai prima offerte da un 4x4. EQG, ad esempio, sfrutterà per la trazione quattro motori singoli e avrà la capacità di eseguire curve su se stesso come possono fare i carri armati o, più in piccolo, gli escavatori Bobcat.
    Nella sua versione definitiva che inizierà ad essere venduta nel 2024 EQG sarà una "combinazione senza pari di lusso e capacità fuoristrada nell'ambito dei veicoli elettrici - sottolinea Emmerich Schiller amministratore delegato di Mercedes-Benz G GmbH e responsabile della divisione prodotti fuoristrada di Mercedes-Benz AG - Fin dall'inizio, è stato deciso che la Classe G elettrica dovesse capacità almeno pari al modello con motore a combustione interna sia su strada che fuoristrada. Non volevamo scendere a compromessi sulle capacità".
    Costruito su una versione modificata del telaio a longheroni in acciaio - lo stesso dei modelli a combustione interna - EQG sarà prodotto presso il partner di lunga data Magna Steyr a Graz, in Austria mantenendo lo stesso caratteristico stile esterno squadrato degli altri modelli di Classe G esistenti. Al centro dello sviluppo tecnico dell'EQG c'è un nuovo sistema propulsivo composta da quattro motori elettrici, uno per ogni ruota. Unico nell'attuale gamma di modelli EQ di Mercedes con questa architettura, si rifà all'esperienza della SLS E-Cell prodotta dalla divisione AMG dell'azienda nel 2013.
    Oggi il layout a quattro motori è utilizzato - segnala il magazine Autocar - anche dalla start-up statunitense Rivian per il suv R1 e il pick-up e sarà in grado di fornire all'EQG quella che Schiller descrive come "una combinazione impareggiabile di prestazioni fuoristrada e raffinate qualità su strada". Schiller evidenzia che il sistema è anche molto costoso, ma offre prestazioni uniche. Con due motori elettrici servono infatti i bloccaggi dei differenziali, il che significa una combinazione di sistemi elettronici e meccanici. "E con tre motori, uno anteriore e due sull'asse posteriore - afferma - non si ottengono le massime prestazioni in condizioni fuoristrada". Ispirato al concept car visto allo IAA Monaco del 2021, EQG dispone di motori elettrici anteriori montati in basso su ciascun lato all'interno dell'assale mentre quelli posteriori sono integrati più verso il centro in un assale in stile de Dion concepito appositamente per questo modello. Le unità elettriche forniscono una trasmissione individuale a ciascuna ruota attraverso un cambio meccanico a 2 velocità, offrendo rapporti sia di alta che di bassa gamma.
    Insieme alle tradizionali modalità di guida su strada - Eco, Comfort e Sport, EQG offrirà le tre modalità specifiche per il fuoristrada Trail, Rock e Sand. E ci sarà un'ulteriore modalità Creeper per impostare una velocità predeterminata su tratti fuoristrada più impegnativi. Naturalmente i sistemi di gestione elettronica dei motori elettrici sono in grado di simulare i tre differenziali di bloccaggio (uno su ciascun asse e uno nella scatola di rinvio) delle Classe G a benzina.
    Prevista anche la funzione G-Turn, attivata da un pulsante montato sul cruscotto. Se inserita i motori su un lato girano le ruote in avanti e quelli sul lato opposto in retromarcia, consentendo all'EQG di eseguire spettacolari inversioni a 360 gradi senza spostarsi, come i carri armati..
    L'Ultra Geländewagen utilizzerà una batteria agli ioni di litio, con una capacità energetica intorno ai 100 kWh, condivide la tecnologia delle celle con quella prevista dal concept EQXX. Per proteggere la batteria in condizioni di guida fuoristrada estreme, è alloggiata all'interno di una robusto involucro in acciaio sigillato che consente all'EQG di guadare acque profonde.  
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie