Alfa Romeo Giulia GTA, ritorno in scena del modello iconico

Le nuove GTA e GTAm ispirate alla storia del modello del 1965

Redazione ANSA MILANO

Torna in scena l'Alfa Romeo Giulia GTA, pietra miliare della storia del marchio del biscicone. Per Alfa Romeo, la nuova versione della sportiva, è un ritorno alle radici e a quella Giulia GTA del 1965, pensata dal marchio automobilistico per unire stile e sportività. Il debutto ufficiale della nuova versione è avvenuto nei giorni scorsi presso le ex Officine Autodelta, nel Centro Sperimentale di Balocco (Vercelli), dove negli anni Sessanta nasceva la Giulia Sprint GTA, una delle vetture più vincenti della storia di Alfa Romeo.

 

 


    In questa sede suggestiva, sorta 60 anni fa, con 6 km quadrati di superficie, 27 circuiti diversi per 80 km complessivi, si svolgono le attività di sviluppo e collaudo di tutte le vetture Alfa Romeo. La Giulia GTA è riconoscibile dall'esclusiva estetica di una vettura ad alte prestazioni, derivata da un modello di serie come la Giulia Quadrifoglio.
    Grazie all'adozione estesa di materiali ultraleggeri, Giulia GTA beneficia di una riduzione di peso fino a 100 kg rispetto a Giulia Quadrifoglio ed è equipaggiata con una versione potenziata del motore Alfa Romeo 2.9 V6 Bi-Turbo da 540 CV e, con il sistema Launch Mode, un'accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 3,6 secondi.
    Gli ingegneri Alfa Romeo hanno lavorato al fine di migliorare l'aerodinamica e l'handling, ma soprattutto per ridurre il peso, così come i loro colleghi avevano fatto per la Giulia GTA del 1965. Il compito è affidato alle appendici aerodinamiche, al nuovo spoiler posteriore, regolabile in quattro posizioni nel caso di GTAm, ovvero la versione ancora più sportiva e senza pancetta posteriore, e allo splitter anteriore attivo, estraibile per uso su pista fino a 40 mm su GTAm.
    Sono stati sviluppati anche il sistema di scarico centrale Akrapovič in titanio, integrato nel diffusore posteriore in fibra di carbonio, e i cerchi da 20 pollici con monodado, per la prima volta su una berlina, abbinati a pneumatici Michelin modello Pilot Sport Cup 2 Connect appositamente selezionati.
    All'interno, Alcantara, in abbinamento alla fibra di carbonio, veste gli interni della GTA, dalla plancia ai pannelli porta, passando per montanti laterali e rivestimento centrale dei sedili.
    Ancora più esteso l'utilizzo di Alcantara sulla versione GTAm, dove l'eliminazione della panchetta posteriore lascia spazio a sagomature specifiche destinate a ospitare caschi ed estintore, anch'esse rivestite in Alcantara. In Italia, i prezzi di Giulia GTA e GTAm partono rispettivamente da 175 mila e 180 mila euro.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie