Audi, ammiraglia A8 spinge acceleratore su elettrificazione

Disponibile anche in versione L e nella variante S8

Redazione ANSA ROMA

Audi alza il velo sulla versione mild-hybrid a 48 Volt dell'ammiraglia A8. Si tratta del primo modello dei quattro anelli dotato del concept di gestione dei comandi integralmente digitale MMI touch response e delle sospensioni attive predittive. Audi A8 e Audi A8 L 3.0 (60) TFSI e quattro tiptronic si avvalgono di un propulsore V6 3.0 TFSI, turbo a iniezione diretta della benzina con filtro antiparticolato, che eroga 340 CV. La trazione elettrica è affidata a un motore sincrono a magneti permanenti (PSM) da 136 CV integrato, insieme alla frizione di separazione, nella trasmissione tiptronic a otto rapporti con convertitore di coppia. Il cambio lavora in abbinamento alla trazione integrale permanente quattro. Nelle fasi di recupero, il propulsore a zero emissioni funge da generatore accumulando energia nella batteria agli ioni di litio. Quest'ultima posizionata sotto il pianale del bagagliaio, composta da 104 celle a sacchetto e con una capacità di 14,1 kWh.

Con Audi A8 e Audi A8 L 3.0 (60) TFSI e quattro tiptronic, la casa dei quattro anelli dedica per la prima volta la propulsione a zero emissioni al segmento high-end. Silenziose nei tragitti urbani, performanti e sportive lungo le strade extraurbane, entrambe le versioni dell'ammiraglia di Ingolstadt possono contare su di una potenza complessiva di 449 CV e una coppia di 700 Nm disponibile da un regime particolarmente basso: 1.250 giri/min. A8 e A8 L TFSI e scattano da 0 a 100 km/h in 4,9 secondi e raggiungono una velocità massima autolimitata di 250 km/h (135 km/h in modalità puramente elettrica). I consumi nel ciclo combinato WLTP si attestano a 2,7 - 2,9 litri ogni 100 chilometri per la versione con interasse standard, 2,8 - 3,0 litri/100 km per la variante a passo lungo. L'autonomia a zero emissioni raggiunge, rispettivamente, i 45 e 44 km WLTP.

Come impostazione di base, Audi A8 TFSI e si avvia in modalità elettrica (EV) e viaggia a zero emissioni sino a quando il conducente preme con decisione il pedale dell'acceleratore.

Il guidatore può decidere liberamente se e come intervenire nell'interazione tra il propulsore termico e il motore elettrico. A tal proposito, sono disponibili i programmi di marcia "EV", "Auto" e "Hold" che danno rispettivamente priorità alla trazione elettrica, alla modalità ibrida automatica, che si avvale della gestione predittiva della trazione, o al risparmio d'energia a vantaggio di una successiva fase di viaggio. Il sistema di recupero deriva dalla full-electric Audi e-tron.

Progettato per garantire un'elevata efficienza, in fase di rilascio permette di recuperare fino a 25 kW di potenza, che diventano 80 kW in frenata. Sotto il profilo estetico, Audi A8 e Audi A8 L 3.0 (60) TFSI e quattro tiptronic si distinguono per la firma luminosa che s'ispira all'elettrica Audi e-tron. Per la versione S8, il motore V8 biturbo 4.0 TFSI eroga 571 CV e 800 Nm di coppia: grazie alle tecnologie mild-hybrid a 48 Volt e cylinder on demand, che disattiva i singoli cilindri ai carichi medi e ridotti, abbina efficienza e performance. La trazione integrale permanente quattro con differenziale sportivo e lo sterzo integrale dinamico di serie, che grazie alla sterzatura delle ruote posteriori in controfase o in fase rispetto alle anteriori porta in dote agilità e stabilità, garantiscono un comportamento dinamico di riferimento. Un obiettivo cui contribuiscono le sospensioni attive predittive (anch'esse di serie).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie