Ford, da ottobre Farley sarà il nuovo presidente e ad

Prende il posto di Hackett che ha guidato azienda dal 2017

Redazione ANSA Roma

 A partire dal prossimo primo ottobre, Jim Farley sarà il successore di Jim Hackett in qualità di presidente e amministratore delegato della Ford Motor Company.

Il numero uno che ha guidato la trasformazione della società dal 2017 lascerà così la sua poltrona a Farley, che entrerà a far parte del consiglio di amministrazione. Hackett, 65 anni, e Farley, 58 anni, lavoreranno insieme per una transizione graduale della leadership nei prossimi due mesi.Sotto la guida di Hackett, la Ford si è mossa in modo aggressivo nella nuova era dei veicoli intelligenti e ha focalizzato maggiormente l'attenzione sui desideri e le esigenze dei clienti. Allo stesso tempo, Ford ha migliorato l'idoneità del business di base attraverso una serie di operazioni di ristrutturazione, rafforzamento del portafoglio prodotti e riduzione della burocrazia. ''Sono molto grato a Jim Hackett per tutto ciò che ha fatto per modernizzare la Ford e prepararci a competere e vincere in futuro - ha affermato Bill Ford, presidente esecutivo della Ford -. La nostra nuova visione del prodotto - guidata dalla Mustang Mach-E, dalla nuova famiglia F-150 e Bronco - sta prendendo forma. Ora abbiamo piani avvincenti per veicoli elettrici e autonomi, nonché la piena connettività dei veicoli. E stiamo diventando molto più agili, il che era evidente quando ci siamo mobilitati rapidamente per creare attrezzature salvavita all'inizio della pandemia''. Farley ha collaborato con Hackett negli ultimi tre anni per sviluppare ed eseguire il piano di creazione di domani di Ford per trasformare Ford in un business a crescita più elevata e con margini più elevati. Farley è entrato in Ford nel 2007 come capo globale di Marketing e Vendite e ha continuato a guidare Lincoln, Ford Sud America, Ford Europa e tutti i mercati globali Ford in ruoli successivi. Nell'aprile 2019, Farley è stato scelto per guidare il team di New Business, Technology & Strategy di Ford, aiutando l'azienda a determinare come trarre vantaggio da potenti forze che rimodellano il settore, come piattaforme software, connettività, intelligenza artificiale, automazione e nuove forme di propulsione. È stato nominato Chief Operating Officer nel febbraio di quest'anno. Hackett, che continuerà come consigliere speciale per Ford fino al marzo del 2021, disse che ''era giunto il momento di passare il mantello della leadership a Jim Farley''. ''Il mio obiettivo quando ho assunto il ruolo di ceo è stato quello di preparare la Ford a vincere in futuro - ha dichiarato Hackett -. La cosa più difficile da fare per un'azienda orgogliosa e di lunga durata è il cambiamento per affrontare le sfide del mondo in cui sta entrando anziché del mondo che ha conosciuto. Sono molto orgoglioso di quanto siamo arrivati ;;a creare una Ford moderna e sono molto ottimista per il futuro. Ho lavorato fianco a fianco con Jim Farley negli ultimi tre anni e ho la massima fiducia in lui come persona e come leader - ha detto Hackett - . Ha contribuito a creare il nostro nuovo portafoglio di prodotti e a ridisegnare le nostre attività in tutto il mondo. È anche un agente di cambiamento con una profonda conoscenza di come guidare Ford in questa nuova era definita da veicoli intelligenti in un mondo intelligente''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie