Auto: Jean Todt, operatori del settore in grande sofferenza

'Pensare a ripartire dopo Covid, trasporti più sostenibili'

Redazione ANSA MODENA

"Molti operatori del settore sono in sofferenza, l'industria automobilistica è stata ferma per più di due mesi, i trasporti pubblici sono sotto forte pressione, anche i servizi degli operatori della mobilità condivisa sono in discussione. L'Emilia-Romagna, dove ha origine il Motor Valley Fest, è terra dei motori: lungo la via Emilia sono stati sviluppati alcune delle vetture che hanno segnato l'innovazione motoristica e sportiva dell'ultima secolo. Sono sicuro che l'evento di questi giorni sarà un laboratorio di rinnovamento e di ricerca per rilanciare la mobilità". Lo ha detto, in un videomessaggio, Jean Todt, presidente della Federazione internazionale dell'automobile.

Partecipando virtualmente al convegno di apertura del Motor Valley Fest Digital, trasmesso in diretta su YouTube, il numero uno della Fia ha aggiunto: "Riflettere su come la mobilità deve ripartire dopo l'impatto del Covid-19 è importante per capire le conseguenze sulla mobilità condivisa, sull'evoluzione dell'auto elettrica, sulla connettività, ma anche per favorire una più radicale trasformazione del sistema dei trasporti per renderli più sicuri e più sostenibili". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie