Francia, Macron aiuta settore auto 'svuotando' i piazzali

3000 euro incentivo benzina e diesel, 6000 per modelli elettrici

Redazione ANSA ROMA

Il dettaglio dei provvedimenti varati in Francia a favore del mondo dell'automobile non può che 'rattristare' utenti e aziende italiane. Con un vero 'coup de théatre', messo in scena lungo le linee di montaggio di uno stabilimento Valeo, il presidente Emmanuel Macron ha infatti annunciato un grande piano di incentivi, che punta a togliere dai piazzali dei concessionari (una vera operazione di destockage, cioè di liquidazione) 200mila dei 400mila veicoli rimasti invenduti nel periodo del 'blocco' da Covid 19 entro il prossimo 31 dicembre. Per ridare un po' di fiato ad un settore in forte crisi, il Governo francese concederà un bonus di 3.000 euro per l'acquisto di modelli con motore termico - ''non importa se a benzina o diesel'' - ha sottolineato Macron - e di 5.000 per quelli elettrici o elettrificati. Secondo un meccanismo già utilizzato in passato, a poter beneficiare di questo incentivo saranno i privati con un reddito fiscale di riferimento (diverso dal nostro ISEE) entro 18.000 euro, contro i precedenti 13.489. Secondo Macron - si legge su Autoactu - ''ciò permetterà di rendere ammissibili al contributo i tre quarti dei cittadini francesi'' utilizzando un budget che sui 200mila acquisti programmati potrebbe variare fra 600 e 800 milioni di euro, a seconda del tipo di auto scelte. Saranno ammessi anche gli acquisti di veicoli usati, purché immatricolati dopo il primo settembre 2019. Confermati e migliorati anche i contributi per i veicoli elettrici, che si sommeranno agli incentivi di destockage. Entro dicembre un VE potrà usufruire di un bonus di 7.000 euro (1.000 in più rispetto alla situazione precedente) per i privati e di 5.000 (+2.000) per le aziende, a cui si aggiungerà - come era stato fortemente sostenuto dalle Case automobilistiche - un nuovo bonus di 2.000 per i modelli ibridi plug-in. Questi nuovi bonus saranno in vigore dal primo giugno al 31 dicembre e non sono limitati in numero, al contrario dei 200mila incentivi di destockage.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie