Bmw aggiunge 2 miliardi di investimenti in Ungheria

Importo per impianto ad alta tecnologia per produzione batterie

Redazione ANSA MILANO

Un investimento da due miliardi di Euro per Bmw che punta anche sulla sua fabbrica a Debrecen, in Ungheria. La costruzione del nuovo impianto è partita sei mesi fa e le attività di produzione delle auto dovrebbero iniziare entro la fine del 2025.
L'aumento degli investimenti è legato alla decisione del marchio tedesco di realizzare anche un impianto per l'assemblaggio delle batterie, che permetterà anche la creazione di 500 posti di lavoro aggiuntivi. Questa decisione permetterà alla casa automobilistica di semplificare la logistica e ridurre al minimo di tempi per la consegna delle batterie che saranno utilizzate per la costruzione delle vetture elettriche all'interno dello stabilimento ungherese.
L'impianto produttivo svolgerà anche un ruolo chiave per i piani di elettrificazione di Bmw. Qui, infatti, si produrranno le vetture elettriche dotate della nuova piattaforma, pensata espressamente per le vetture elettriche e che sarà utilizzata per tutti i futuri modelli a batteria di nuova generazione della casa automobilistica.
"A Debrecen - ha commentato Milan Nedeljkovic, membro del consiglio di amministrazione di Bmw - stiamo costruendo lo stabilimento più avanzato del mondo. Con la nostra iFactory stiamo definendo nuovi standard del settore per la produzione di veicoli. I nostri investimenti sottolineano il nostro approccio sistematico all'implementazione della mobilità elettrica".
Le batterie che saranno costruite all'interno dell'impianto ungherese saranno quelle di sesta generazione, con una maggiore percentuale di silicio e di nichel e meno cobalto. I nuovi accumulatori potranno contare su di un incremento della densità energetica del 20% e, grazie alla nuova piattaforma che supporta l'architettura a 800 V,i potranno essere ricaricati ad altissime potenze presso le colonnine HPC. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie