Stellantis: -27% consegne trimestre, ricavi in calo del 14%

Pesa mancanza semiconduttori. Confermata guidance 2021

Redazione ANSA TORINO

Il gruppo Stellantis ha effettuato, nel terzo trimestre, un milione e 131 mila consegne, in calo del 27% rispetto allo stesso periodo 2020 (pro-forma) con la perdita di circa 600 mila unità, pari a circa il 30% della produzione pianificata del terzo trimestre 2021, dovuta a ordini inevasi di semiconduttori I ricavi netti per 32,6 miliardi di euro, in calo del 14% rispetto al terzo trimestre 2020 (pro-forma). 
   

Stellantis: confermata guidance per intero 2021
La stima è di un margine operativo rettificato di circa il 10%. La previsione "presuppone che non vi sia un ulteriore deterioramento nelle forniture di semiconduttori e che non vi siano ulteriori lockdown in Europa e negli Stati Uniti". L'azienda ha rivisto le prospettive di mercato per l'intero anno nelle aree in cui opera rispetto al primo semestre 2021: il Nord America a +5% dal +10%; il Sud America a +15% dal +20%; l'Europa allargata a +5% dal +10% e il Medio Oriente e Africa a +20% dal +15%; mentre India e Asia Pacifico con il +10% e la Cina con il +5% restano invariate.


Stellantis: Palmer,intraprese iniziative contro carenza chip
"I ricavi netti di Stellantis nel terzo trimestre riflettono il successo della combinazione dei recenti lanci di veicoli, che includono le nuove offerte elettrificate, con importanti iniziative commerciali e industriali intraprese dai nostri team in risposta agli ordini inevasi di semiconduttori. La guidance per l'intero anno è quindi confermata, nonostante persista una scarsa visibilità sull'approvvigionamento di componenti". Così Richard Palmer, cfo di Stellantis, commenta i risultati del terzo trimestre 2021.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie