Psa: fatturato gruppo terzo trimestre -0,8%

Ma cresce divisione auto dell'1,2% rispetto a stesso periodo 2019

Redazione ANSA PARIGI

Il fatturato della divisione automobile del gruppo PSA, il colosso automobilistico francese che prepara il matrimonio con Fca, sale a 12 miliardi di euro nel terzo trimestre, in aumento dell'1,2% rispetto allo stesso periodo del 2019, "grazie alla solidità ricorrente del mix prodotto e alla politica dei prezzi": è quanto si legge in una nota diffusa da PSA. Nello stesso periodo, il fatturato del gruppo è invece diminuito dello 0,8%, a 15,45 miliardi di euro dai 15,58 miliardi del 2019. Il fatturato del gruppo PSA nel terzo trimestre 2020 ammonta a 15.453 milioni di euro contro 15.579 milioni nel terzo trimestre 2019. Quello della divisione 'Automobile' è di 11.964 milioni, in aumento dell'1,2% rispetto al terzo trimestre 2019. "Un mix prodotti robusto (+5,8%) come anche l'impatto positivo dei prezzi (+1,5%), nonché ulteriori effetti (+2,7%) e un aumento delle vendite ai partner (+0,1%) fanno piu' che compensare il calo dei volumi e del mix paese (-6,8%) nonché l'effetto negativo del tasso di cambio (-2,1%) legato, in particolare, alla lira turca e al peso argentino"; scrive il gruppo in una nota, aggiungendo: "il mix prodotti robusto proviene dal successo degli ultimi lanci del gruppo e, in particolare, di Peugeot 208, Peugeot 2008, Opel Vauxhall Corsa, tutte disponibili in versione 100& elettrica e termica, e di Citroën C5 Aircross PHEV". Sempre nel terzo trimestre 2020, PSA riferisce di aver venduto 589.000 veicoli al livello mondiale. Lo stock totale a fine settembre 2020 e di 428.000 veicoli, incluso quello della rete indipendente di importatori, in calo del 26% rispetto a fine settembre 2019. Psa prevede, per il 2020, un mercato automobilistico in calo del 25% in Europa, del 30% in America Latina, del 20% in Russia e del 10% in Cina. Intanto, Psa e Fca continuano a fare progressi verso il perfezionamento della fusione proposta per la creazione di Stellantis. Inoltre, secondo fonti finanziarie, 'autorità antitrust europea potrebbe anticipare il via libera al matrimonio che darà vita al quarto costruttore automobilistico al mondo in termini di volumi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie