Auto: consumo metano cresciuto del 6,6% nel 2021, bio al 28%

Assogasmetano, i distributori sono arrivati a 1550

Redazione ANSA ROMA

E' cresciuto del 6,6% in Italia nel 2021 il consumo di metano per autotrazione, e il biometano è arrivato a rappresentare il 28% di questo consumo. La rete di distributori è salita a maggio di quest'anno a 1.550. Lo rende noto con un comunicato Assogasmetano.
    Secondo l'associazione, dopo la pesante recessione del 2020, dovuta alla pandemia, nel 2021 l'erogato di metano per auto (gassoso e liquido, bio e non) ha ripreso a crescere, facendo segnare consumi attorno al miliardo di metri cubi, con un aumento del 6,6% rispetto al 2020. Di questi, il 28% è costituito da biometano. Prosegue la crescita della rete di rifornimento, che a maggio è arrivata a quota 1.550 distributori.
    Nel dettaglio, il consumo di metano gassoso (CNG + L-CNG) è passato da 817 milioni di metri cubi nel 2020 a 870 milioni nel 2021 (+7,1%). Quello di metano liquido (GNL) è salito da 112 milioni di metri cubi nel 2020 a 120 milioni di metri cubi nel 2021 (+6,5%). Il totale dei consumi è aumentato quindi da 929 milioni di metri cubi a 990 milioni (+6,6%).
    "I dati di consuntivo del 2021, in ripresa sul 2020, uniti alla crescita della rete distributiva e alla quota crescente di biometano - sottolinea Flavio Merigo, presidente di Assogasmetano - testimoniano la grande importanza di continuare a investire su questo carburante". Merigo fa notare come nel piano REPowerEU della Commissione europea "si punta al potenziamento della produzione di biometano, fissando l'obiettivo dei 35 miliardi di metri cubi entro il 2030. Si tratta di una grande opportunità per il nostro Paese, che è all'avanguardia nello sviluppo di questo biocarburante".    

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie