Boom vendite auto elettriche, fino a 230 milioni nel 2030

Stima Aie su mercato mondiale, dipende da politiche dei governi

Redazione ANSA ROMA

Le auto elettriche stanno correndo nel mercato mondiale. In crescita del 41% nel 2020 con tre milioni di nuovi veicoli venduti - al contrario dell'industria automobilistica globale che ha subito una contrazione del 16% - nei prossimi dieci anni gli automezzi "green" possono vedere un boom delle vendite: 145 milioni (escluse due e tre ruote), pari al 7% della flotta su strada, se permangono le tendenze e le politiche attuali; ma la quota può schizzare a 230 milioni (12% della quota globale) "se i governi accelerassero gli sforzi" sul fronte del cambiamento climatico, ovvero si impegnassero per zero emissioni di gas serra entro il 2050. La previsione sull'andamento del mercato dei veicoli elettrici é dell'Agenzia internazionale dell'energia (Aie) contenuta nel rapporto "Global Electric Vehicle Outlook 2021". Secondo l'organizzazione intergovernativa, che si occupa delle politiche energetiche, la flotta elettrica di auto in circolazione era di dieci milioni a fine 2020 a cui va aggiunto un milione tra furgoni, autocarri e autobus. E per la prima volta, l'Europa con 1,4 milioni di immatricolazioni (raddoppiate sul 2019) ha sorpassato la Cina che ne ha registrate 1,2 milioni (+9%) così il vecchio continente è diventato il centro del mercato globale delle auto elettriche. Nel primo trimestre di quest'anno, spiega l'Aie, é proseguito lo slancio del settore con le vendite aumentate del 140% rispetto allo stesso periodo del 2020 (500mila in Cina e 450mila in Europa). Le auto elettriche, nonostante la necessità di ulteriori e più efficienti infrastrutture di ricarica e batterie più potenti, piacciono, a prescindere dai sussidi statali, osserva l'Aie. E infatti nel 2020 la spesa dei consumatori è aumentata di un altro 50% raggiungendo 120 miliardi di dollari, ricorda l'Agenzia osservando che nel contempo gli incentivi dei governi - erogati per il quinto anno consecutivo - hanno raggiunto 14 miliardi di dollari, in flessione come quota della spesa totale. Nel 2020 le colonnine pubbliche erano 1,3 milioni, di cui il 30% veloci, segnando un aumento del 45% rispetto all'85% del 2019, con la Cina in testa. L'Italia (con 0,13) si piazza oltre l'obiettivo Ue per fine 2020 che era di una colonnina per 10 veicoli (0,01 nel 2020) e supera anche la media europea 0,09. Le case automobilistiche, da parte loro, hanno offerto 370 modelli di auto elettriche nel 2020, con un aumento del 40% su base annua, spiega l'Aie aggiungedo che diciotto dei 20 maggiori produttori (che rappresentano il 90% delle vendite mondiali di auto) hanno annunciato di voler aumentare il numero di modelli e produzione di veicoli leggeri. Il Global Electric Vehicle Outlook 2021 ricorda che i veicoli elettrici su strada più diffusi sono motocicli o ciclomotori, con oltre 25 milioni di unità vendute, la maggior parte in Asia. Anche gli autobus urbani elettrificati si stanno diffondendo rapidamente mentre gli autocarri pesanti stanno da poco prendendo piede, proprio per le migliori prestazioni delle batterie.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie