Ineos Grenadier 4x4, anche a idrogeno erede GB del Defender

Governo finanzierà fuel cell voluto dal miliardario Jim Ratcliff

Redazione ANSA ROMA

Ineos, il Gruppo chimico del miliardario britannico Jim Ratcliffe che - attraverso la divisione Ineos Automotive sta facendo 'rinascere' il fuoristrada Defender dismesso da Land Rover - starebbe considerando di presentare una versione a celle a combustibile del veicolo per il momento denominato Projekt Grenadier 4x4. La descrizione di questa variante del progetto per un off-road 'puro' di costruzione completamente britannica (anche se per i motori termici l'accordo è stato firmato con Bmw) compare - secondo quanto riporta dal Financial Times - nell'elenco delle sovvenzioni, pari a 25 milioni di sterline (28 milioni di euro) concesse dal Governo britannico per programmi di veicoli a basse emissioni di CO2. Ratcliffe, che attraverso la galassia delle sue aziende chimiche opera in moltissimi comparti dell'automotive, terrebbe fede con questa variante 'green' del suv Grenadier alla sua posizione di ecologista attivo, impegnato cioè a migliorare l'ambiente sfruttano ciò che viene messo a disposizione dalla tecnologia e dalla risorse attuali. Lo studio di fattibilità del suv fuel cell costerà (secondo quando riporta il magazine britannico Autocar) circa 249mila sterline (268mila euro) di cui 124mila (139mila euro) saranno erogate dal Governo. ''Il supporto per questi progetti - ha dichiarato il Dipartimento per i trasporti britannico - è la chiave per la concretizzazione della strategia del Governo Road to Zero, che mira a mettere il Regno Unito in prima linea nella progettazione e produzione di veicoli a zero emissioni''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA