Moto Guzzi, per Fast Endurance 2022 debutta V7 850cc

Si aggiungono anche i circuiti di Cremona e Mugello

Redazione ANSA MILANO

Dopo tre stagioni, con griglie di partenza che nel 2021 non sono mai scese sotto i 30 equipaggi, il Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance tornerà nel 2022 con il debutto in versione 'racing' della nuova Moto Guzzi V7.
    Lanciata sul mercato all'inizio del 2021 e subito una delle moto più vendute in Italia, l'ultima generazione della best seller di Mandello, equipaggiata con il nuovo bicilindrico da 850 cc e rinnovata anche nella ciclistica, sarà la protagonista del Trofeo promettendo ancora più prestazioni e ancora più divertimento per tutti i partecipanti. L'allestimento che trasforma la nuova Moto Guzzi V7 nella versione da competizione, obbligatorio per partecipare e ovviamente uguale per tutti, così da garantire il massimo equilibrio e divertimento, nasce come sempre dalle mani dei fratelli Guareschi, storici preparatori Moto Guzzi, che hanno realizzato il Kit Racing GCorse dedicato alla nuova V7.
    Il risultato è una moto ancora più veloce e performante, con migliori qualità ciclistiche che la rendono più stabile e precisa. Crescono così le prestazioni e il divertimento in pista, ma rimangono inalterate le caratteristiche che hanno decretato il successo del Moto Guzzi Fast Endurance consentendo a tutti di approcciarsi alle competizioni: la nuova V7 'Trofeo' è sempre facile, accessibile e adatta a tutti i motociclisti.
    Nell'edizione 2022 sarà però ancora possibile schierarsi al via con la collaudatissima versione 'racing' della Moto Guzzi V7 III, protagonista del primo triennio del monomarca e capace di stupire per la sua agilità, velocità e affidabilità. Una alternativa ancora più facile e accessibile per chi desidera iniziare a divertirsi tra i cordoli o per chi vuole sfruttare ancora per un altro anno l'investimento compiuto nelle stagioni precedenti. Gli equipaggi in sella alla 'sette e mezzo' di Mandello con Kit Racing GCorse correranno insieme a tutti gli altri, ma ad essi sarà dedicata una classifica, di gara e di campionato, separata.
    L'esordio in pista della nuova Moto Guzzi V7 non è l'unica importante novità del Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance 2022.
    Dopo un triennio culminato con il riconoscimento del titolo di Coppa Europea FIM Europe, assegnato proprio nell'anno del Centenario Moto Guzzi, il monomarca dell'Aquila è pronto a un altro significativo salto di qualità, facendo tappa su quattro tra i circuiti più belli e affascinanti d'Italia, con le 'new entry' rappresentate dal Cremona Circuit e dai saliscendi del Mugello, il tempio della velocità per ogni appassionato motociclista. Sei le gare 'mini endurance' in calendario, con partenza da Vallelunga il 14 e 15 maggio. Seguiranno il Cremona Circuit (17 luglio) e il Mugello (28 agosto), prima del gran finale previsto a Misano il 15 e 16 ottobre. La prima gara in riva all'Adriatico scatterà il sabato sera e si correrà in notturna con la luce dei riflettori (e dei fari delle V7, montati soltanto in questa particolare occasione) a illuminare la pista. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie