Bmw spiazza tutti con prima moto ibrida a trazione integrale

E' la R 1200 GS xDrive Hybrid, con potenza di sistema di 170 Cv

Redazione ANSA

ROMA - Si chiama R 1200 GS xDrive Hybrid, è costruita da Bmw Motorrad ed è la prima due ruote ibrida a trazione integrale pronta per debuttare come futuro modello di serie. Basata sulla iconica R 1200 GS Adventure, con motore bicilindrico da 125 Cv e 125 Nm di coppia, la nuova moto ibrida di Bmw può disporre - grazie alla sezione elettrica da 33 kW (pari a 45 Cv) - di una potenza complessiva di sistema di 170 Cv che attiva contemporaneamente la trazione integrale sulle due ruote. Il dispositivo e-Drive è racchiuso nella ruota anteriore e funziona sia da motore elettrico, sia da recuperatore dell'energia in frenata. Tutta la gestione della sezione ibrida e della trazione integrale è gestita automaticamente dalla centralina elettronica della R 1200 GS xDrive Hybrid, in modo da ottenere sempre - quando la situazione del terreno e l'aderenza dei pneumatici - la migliore ripartizione della coppia sulla ruota posteriore e su quella anteriore.

Tutte le funzioni relative alla trazione ibrida integrale e alla contestuale gestione della frenata sono visualizzate sul display davanti al pilota, per tenere costantemente sotto controllo la dinamica di marcia. L'elettrificazione della R 1200 GS - spiega la nota di Bmw - comporta anche importanti vantaggi per la gestione della frenata, in quanto la migliore distribuzione dei pesi e l'integrazione del sistema e-Drive, con la funzione di recupero dell'energia, nell'Abs System hanno innalzato i livelli di efficienza in frenata. Il nuovo disco singolo anteriore ha permesso un risparmio di 2,9 kg mentre il mozzo e-Drive - che pesa solo 0,88 kg - consente un bilancio dei pesi ancora ottimale. Ideale per la guida sulla sabbia o sulla neve (sono stati effettuati collaudi anche a Capo Nord e sul Mare di Barents, con profondità della coltre bianca fino a 1,25 m) la R 1200 GS xDrive Hybrid è dotata di speciali pneumatici M+S con elevato codice di velocità. La presentazione è prevista nel secondo semestre del 2017.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie