Chevrolet Corvette C8, il lavoro nato da progetto 3D

Utilizzo stampa tridimensionale per componenti auto

Redazione ANSA ROMA

L'attesa sta per finire: nonostante era prevista per quest'anno, slitterà di qualche mese l'arrivo della Chevrolet Corvette C8 (il nome per il fatto che si tratta dell'ottava generazione) che è prevista per la seconda metà 2021. Il marchio ha realizzato questa vettura quasi esclusivamente servendosi della stampa 3D. Si tratta, nel dettaglio, di un nuovo e fondamentale metodo di costruzione con la stampa 3D, una tecnologia che i produttori di automobili stanno perseguendo fortemente. Gli ingegneri GM hanno realizzato un prototipo avanzato della versione Chevrolet Corvette Stingray del 2020 stampata in 3D al 75%. Questo ha dato la possibilità al team C8 di vedere come tutti i componenti dell'auto si incastrassero e di assicurarsi che determinate aree fossero accessibili durante il processo di produzione. In breve, se qualcosa non andava bene, era relativamente facile da individuare e correggere. La stampa 3D era estremamente utile in particolare per l'hardtop pieghevole a scomparsa. Il team ha utilizzato molte parti stampate in 3D ''per valutare la funzionalità di apertura e chiusura''. Ulteriori vantaggi della stampa 3D includono la garanzia che i sensori nei veicoli con funzioni di assistenza alla guida siano mirati correttamente.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie