Ferrari Attività Sportive Gt, fra passione e competizione

L'ente che segue passo passo i clienti nelle attività parallele alla F1

Giannantonio Pettinelli ROMA

Le vetture più esclusive, quelle con il DNA più sportivo che i clienti di Ferrari affidano tutto l'anno alle cure amorevoli dei tecnici di Maranello, da oggi hanno una nuova casa.
    È la nuova sede del dipartimento Attività Sportive GT che è stata realizzata in tempi da record a pochi passi dalla pista privata del Cavallino Rampante di Fiorano. Una location dove storia, tecnologia e passione sono una cosa sola. I tecnici e gli ingegneri che negli anni hanno curato le vetture che hanno partecipato e spesso vinto i titoli iridati in F1, WEC e altri campionati del mondo prestigiosissimi, oggi lavorano e mettono appunto le quelle stesse vetture che con il tempo sono state acquistate da collezionisti che non si limitano a tenere le vetture nel garage, ma che spesso le portano in pista e le fanno girare riportandole agli antichi fasti. Il dipartimento è nato nel 2006 ma in modo diverso era già operativo da molto tempo prima. Oggi, l'ente Attività Sportive GT sovraintende alle funzioni dei dipartimenti Competizioni GT e Corse Clienti che hanno come scopo principale quello di organizzare o supportare le attività in pista da parte dei clienti, siano essi persone fisiche o team.

    La nuova sede dell'ente, completata recentemente, ospita gli uffici, le officine e un'area espositiva che rendono questa struttura un vero e proprio centro polifunzionale ad impatto ambientale estremamente contenuto. L'edificio si sviluppa su due piani, con un'inedita terrazza di copertura che, dotata di spazi verdi, consente il miglioramento della qualità dell'aria e mitigazione microclimatica. Al piano terra trovano spazio le officine dove vengono svolte le operazioni di manutenzione e preparazione delle monoposto di F1 Clienti o le vetture del Programma XX, così come un'area di stoccaggio ed esposizione. Al primo piano, invece, si trova uno spazio espositivo che, all'occorrenza, può ospitare anche eventi speciali come già accaduto per la presentazione della 812 Competizione.
    Quest'area, dove si trovano alcuni esemplari delle monoposto più famose e vincenti della Scuderia Ferrari, affianca gli uffici dove lavorano i tecnici ed i progettisti di Competizioni GT, così come tutto il team di Corse Clienti che organizza gli eventi e le gare che prevedono un coinvolgimento diretto dei clienti.
    Più in dettaglio Competizioni GT è il dipartimento che supporta i team e le vetture che partecipano ai principali campionati nazionali ed internazionali destinati alle vetture granturismo 488 GTE o 488 GT3 Evo 2020. Se il presente è rappresentato da queste vetture, il futuro prossimo è di tre lettere: LMH. Con questa sigla, che indica Le Mans Hypercar, la Casa di Maranello tornerà a lottare nel mondiale endurance nella classe regina, 50 anni dopo la sua ultima gara. Una vettura che scenderà in pista nel 2023 e che nel frattempo prende forma negli uffici di progettazione e nei simulatori a Maranello.
    Club Competizioni GT, invece, è l'iniziativa che si propone di riportare in pista le vetture più significative della storia recente di successi nelle gare a ruote coperte del Cavallino Rampante, a partire dalla F40 Competizione fino alle più recenti 488 GT3 e GTE. Un programma caratterizzato da cinque eventi che si svolgono sui più bei circuiti di tutto il mondo. Dal 2021, agli eventi sarà ammessa anche la 488 GT Modificata, la sintesi estrema delle 488 GT3 e GTE.
    Il dipartimento di Corse Clienti promuove le attività che coinvolgono direttamente i clienti o la rete commerciale Ferrari. Il biglietto da visita è il Ferrari Challenge Trofeo Pirelli, il campionato monomarca che dal 1993 porta sulle piste vetture da sogno e clienti specialissimi, che non si accontentano di guidare la loro Ferrari su strada ma vogliono misurarsi in gare sprint di elevato livello agonistico. Il Ferrari Challenge è diviso in tre serie continentali, la Europe, la North America e la serie Asia-Pacific che ha disputato la sua prima stagione nel 2011. A queste, si è aggiunta nel 2019 la serie nazionale britannica, il Ferrari Challenge UK.
    Protagonista del campionato è la 488 Challenge Evo, presentata nel 2019 e dotata di un kit aerodinamico ed ergonomico inedito che, assieme ad altre migliorie legate all'elettronica e all'impianto frenante, incrementano in maniera significativa le già eccellenti prestazioni del modello precedente. Contribuisce al raggiungimento dell'obiettivo anche il nuovo pneumatico sviluppato appositamente assieme a Pirelli.
    F1 Clienti è il programma che a partire dal 2003 permette a un ristretto gruppo di persone di acquistare le vetture della massima categoria e consente a chi ne è entrato in possesso anche in anni precedenti di sfruttarle al meglio. Corse Clienti fa sentire il proprietario della vettura come un pilota titolare della Scuderia Ferrari. Non si deve preoccupare di nulla se non di infilare guanti e casco, guidare e divertirsi. Durante gli eventi il pilota ha la possibilità di poter contare su tutor d'eccezione, pronti a svelare tutti i segreti delle monoposto contribuendo a rendere ancora migliore un'esperienza già di per sé unica.
    Nessun limite, nessun compromesso, libero sfogo alla potenza, alla tecnologia e al piacere di guida: il Programma XX di Ferrari è tutto questo e niente incarna il concetto meglio della FXX-K Evo, la più recente delle vetture appartenente a questo specialissimo segmento. Un modello da 1050 CV ottenuti grazie ad un motore V12 e da un sistema ibrido denominato "Hy-Kers" di derivazione F1, sostenuta da un'avanzatissima aerodinamica attiva e dei più avanzati sistemi di controllo ed elettronica.
    Il Programma XX prevede l'impiego di auto progettate in totale libertà, senza alcuna restrizione e tenendo sempre al primo posto la sicurezza del pilota, perché queste vetture non sono fatte per le competizioni, anche se la loro unica vocazione è la pista. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie