Opel Astra F, compie 30 anni la Opel più venduta di sempre

Prodotta in diverse versioni, compresa l'elettrica Impuls III

Redazione ANSA MILANO

Trentesimo compleanno per Opel Astra F, ovvero la Opel più venduta di sempre. La Opel Astra F fu presentata in anteprima mondiale nel 1991, come la settima generazione della compatta Opel. La nuova Astra, nome uguale a quello della gemella britannica di Vauxhall, puntava anche a distinguersi per l'elevato numero di sistemi di sicurezza avanzati. Rispetto al modello precedente, la Opel Astra F offriva un abitacolo molto più spazioso pur avendo una carrozzeria dalle dimensioni simili. Era anche caratterizzata da una grande attenzione per l'ambiente, grazie alla possibilità di riciclare numerosi materiali utilizzati per la sua produzione, compiendo così un importante passo avanti verso la chiusura del ciclo delle materie prime, in particolare quelle sintetiche.

Opel produsse circa 4,13 milioni di unità tra il 1991 e il 1997, numeri che rendono la Opel Astra F il modello più venduto nella storia del marchio. La gamma della Opel Astra F permetteva di scegliere tra cinque motori benzina e un diesel. I motori benzina 1.4, 1.6, 1.8 e 2.0 litri erano equipaggiati con convertitore catalitico a tre vie e il diesel 1.7 litri spiccava per il catalizzatore ossidante appositamente sviluppato. Le prime versioni consegnate alle concessionarie nell'ottobre 1991 furono la berlina 5 porte, la station wagon e la sportiva Opel Astra GSi. Disponibile esclusivamente in versione 3 porte 'hot-hatch', la GSi top di gamma poteva montare il motore 2 litri da 85 kW (115 CV) o da 110 kW (150 CV), quest'ultimo con 16 valvole e doppio albero a camme in testa. La tre volumi 4 porte arrivò nella primavera del 1992, seguita un anno dopo dalla Opel Astra decappottabile, realizzata dal carrozziere italiano Bertone. L'elevato livello dei dispositivi di sicurezza di Opel Astra F segnò un passo avanti nel segmento delle compatte. L'Opel Safety System comprendeva, tra l'altro, le doppie barre d'acciaio nelle portiere per la protezione dagli impatti laterali, rampe antiaffondamento nei sedili e tensionatori delle cinture anteriori che riducevano il movimento in avanti in caso di grave urto frontale. La sicurezza passiva aumentò ulteriormente nel 1994, quando Opel rese di serie gli airbag frontali 'full-size' lato guidatore e passeggero anteriore.
    'Full size' era anche l'abitacolo del nuovo modello. Rispetto alla Kadett E, gli ingegneri Opel riuscirono a rendere l'abitacolo della Opel Astra F molto più spazioso, per esempio spostando il parabrezza in avanti di 74 millimetri e aumentando l'altezza e lo spazio per le ginocchia fino a 50 mm. La Opel Astra F fu inoltre una piattaforma per i sistemi di propulsione alternativa. L'elettrica Astra Impuls III, dimostrò la sua efficacia in un test su ampia scala condotto sull'isola di Rügen, nel Mar Baltico. Dieci prototipi percorsero in totale 350 mila chilometri tra il 1993 e il 1997. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie