Rally Italia Talent nel Lazio, da giovani a elettrico

Gf motori targato Aci-Suzuki scende in pista su circuito Viterbo

Redazione ANSA ROMA

Il Rally Italia Talent targato Aci corre nel Lazio. Concluse le prime 2 prove in Sardegna e Sicilia, prende il via oggi la prima giornata della terza elezione regionale della ottava edizione del Grande Fratello dei motori sul Circuito Internazionale di Viterbo, che vede ancora Suzuki come sua auto ufficiale mettendo a disposizione le Swift Sport Hybrid gommate Toyo.

    Oltre 400 gli iscritti in questa Selezione con 18 presenze in rosa e 29 Under 18, mentre saranno 12 gli amici disabili che affronteranno le stesse Prove degli altri iscritti con la Suzuki Swift con comandi speciali della Handytech di Moncalvo d'Asti Tante le novità di questa 8^ edizione che con ACI e Suzuki promuovono in pista la transizione dei giovani alla mobilità elettrificata e sostengono la passione dei disabili.

    Rally Talent Ability: per la prima volta, grazie all'iniziativa Rally Talent Ability, affiliata all'Aci e riconosciuta dal Coni, gli amici disabili potranno partecipare, gratuitamente, a tutte le fasi di Aci Rally Italia Talent sfidando gli altri concorrenti ad armi pari grazie a una Suzuki Swift speciale messa a loro disposizione da Suzuki Italia, con un allestimento particolare, studiato con la collaborazione dell'azienda Handytech di Moncalvo d'Asti.

    Largo ai giovani: in questa edizione Aci Rally Italia Talent integra il progetto ACI Talent +14, fortemente voluto da Aci E Suzuki, che consente per la prima volta a chiunque abbia compiuto 14 anni di mettersi al volante di una Swift Sport Hybrid dotata di doppi comandi e di provare l'ebbrezza della guida affiancato dagli istruttori di Aci Rally Italia Talent tutti grandi campioni di rally. Questa iniziativa vuole, da una parte, stimolare la passione per i motori nei giovani e, dall'altra, formare gli automobilisti di domani, permettendo loro di muovere i primi passi in un contesto sicuro e accanto a campioni di caratura internazionale.

    La sicurezza prima di tutto: Aci Rally Italia Talent ha a cuore la sicurezza sotto ogni punto di vista, tanto in pista quanto nell'ottica del contenimento dei contagi da Covid-19. Ogni suo evento si svolgerà seguendo un protocollo concordato con ACI Sport, prevedendo anche l'igienizzazione sistematica dell'abitacolo delle vetture dopo ogni utilizzo, l'adozione di paratie parafiato tra iscritto ed esaminatore, l'uso delle mascherine e il rispetto del distanziamento durante tutte le attività. Secondo le disposizioni attuali, le Selezioni di ACI Rally Italia Talent sono inserite nel Calendario ufficiale ACI degli eventi di interesse nazionale, ai circuiti potranno accedere soltanto i concorrenti, i quali dovranno documentare di aver effettuato un tampone molecolare o antigenico (rapido) con esito negativo nelle 48 ore precedenti il giorno di inizio delle prove .Scopri il Rally che c'è in te: questo è in due parole Aci Rally Italia Talent, un Format sportivo ideato nel 2014 da Renzo Magnani e organizzato in collaborazione con Aci Sport, aperto a tutti, con o senza esperienza di gare, dove conta solo ed esclusivamente l'attitudine alla guida sportiva, pensato per offrire a tutti, in particolare a chi non ha mai corso e aperto anche ai minorenni, l'opportunità di realizzare un sogno: partecipare gratuitamente almeno una volta da pilota o da navigatore ufficiale a un rally. L'obiettivo non è però solo quello di individuare nuovi talenti da introdurre nel mondo dell'automobilismo sportivo, ma anche quello di sensibilizzare i concorrenti sul tema della sicurezza stradale per la guida di tutti i giorni per migliorare il controllo dell'auto in ogni situazione, attività di formazione che si rivolge soprattutto ai più giovani Le iscrizioni per le prossime 6 Selezioni regionali sono ancora aperte online sul sito www.rallyitaliatalent.it. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie