Scooter e moto, Bolaffi mette all'asta la storia delle due ruote

Al Garage di Torino e internet live il 27 aprile

Redazione ANSA TORINO

Lo scooter Piatti col suo design originale, la rara Gilera Otto Bulloni e persino un'inconsueta Lambretta 150D delle Poste francesi: la storia dei mezzi a due ruote è protagonista della vendita '360 ruote, ciclomotori, scooter & motociclette' in programma martedì 27 aprile al Garage Bolaffi di Torino e internet live sul sito della casa d'aste (astebolaffi.it).
    "È un'asta destinata al grande pubblico, ce n'è per tutti i gusti e per ogni budget - commenta Filippo Bolaffi, ad dell'omonima casa d'aste -. Un'occasione unica per arricchire la propria collezione o anche solo per conquistare un oggetto simbolo del costume della nostra società e della nostra storia.
    Non ultimo un'opportunità per portarsi a casa pezzi dal design veramente innovativo e accattivante trasformandoli in elementi d'arredo".
    Nell'insieme di motociclette, in larga parte di piccola cilindrata con qualche eccezione, come la Indian 750 del 1950 (stima 15.000-18.000 euro), si trovano i top lot dell'asta: una Gilera Otto Bulloni, grande classico della gloriosa casa di Arcore (stima 10.000-15.000 euro), una rara Aermacchi 250 bicilindrica, modello nato nel 1952 per opera del famoso progettista Lino Tonti e prodotto in soli 150 esemplari (stima 2.500-4.000 euro), una Moto Guzzi GTW Bitubo del 1938, la più rara della selezione di Moto Guzzi con cui Aste Bolaffi omaggia lo storico marchio nell'anno del centenario, e una Ner-a-Car del 1924 ottimamente conservata, magnifica occasione per conquistare un pezzo originale e raro quasi centenario (stima 15.000-20.000 euro). 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie