MIMO 2020, 50 brand partecipanti e regole anti Covid

Al via il 29 ottobre il Milano Monza Open Air Motor Show

Redazione ANSA MILANO

MIMO 2020 si svolgerà come da programma dal 29 ottobre all'1 novembre rispettando le norme appena introdotte con l'ultimo DPCM. Per le strade di Milano saranno esposte le installazioni all'aperto di oltre 50 brand automotive. Al Duomo si troveranno i modelli di AUDI, Bentley, BMW, Bugatti, Citroën, Cupra, Dacia, Dallara, Dr, DS, Ferrari, Ford, Lamborghini, Land Rover, Maserati, Mazda, McLaren, MINI, Opel, Pagani, Peugeot, Porsche, Renault, Seat, Škoda, Suzuki, Volkswagen. Nella passeggiata tra corso Vittorio Emanuele, Galleria Vittorio Emanuele, via Mercanti, via Dante e via Montenapoleone, il pubblico troverà invece oltre alle novità dei brand già citati, anche quelle di Alpine, Aspark, Aston Martin, ATS, Automobili Amos, Automobili Pininfarina, Aznom, BMW Motorrad, Cadillac, EVO, GFG, Honda, Jaguar, Jannarelly, Kawasaki, Mole Automobiles, Pininfarina, Pirelli, Radical, Space X, Tazzari, Tesla, Totem, Zero Motorcycles. La lista, fanno sapere gli organizzatori, si arricchirà nei prossimi giorni con la conferma di adesione di altri brand. Completerà MIMO 2020 il focus auto elettriche e ibride nella piazza del Castello Sforzesco dove si troveranno gli ultimi modelli con motorizzazioni green. Il format di MIMO è stato studiato, insieme alle autorità competenti, per garantire il suo svolgimento anche con le attuali restrizioni, avendo come grande alleato la tecnologia. Ognuna delle auto e delle moto esposte a cielo aperto, per le strade del centro di Milano per una passeggiata di oltre 3 chilometri, saranno collegati a un QR code posto sia sulla pedana che sul totem di riferimento.

Scannerizzandolo, si potrà accedere alla pagina riservata a quel modello che conterrà le schede tecniche, le immagini e i video e il link per richiedere maggiori informazioni, un preventivo o arrivare direttamente al configuratore. Il QR code diventerà così un assistente virtuale in pedana che potrà affiancare, o addirittura sostituire, il personale addetto. Un sistema per scongiurare il rischio di code e di assembramenti unito alla possibilità, per le case auto e motociclistiche, di poter avere un riscontro immediato del pubblico interessato grazie ai contatti che dalla pagina modello arriveranno al sito ufficiale del marchio. Ogni pedana sarà delimitata da tenditori e attorno verrà utilizzata segnaletica a terra per dare indicazione ai visitatori di come mantenere il distanziamento. Avvisi e comunicazioni sull'utilizzo dei dispositivi medici saranno posti in punti strategici dell'area in cui si troveranno le installazioni e personale dell'organizzazione girerà per le vie controllando che i visitatori indossino la mascherina, come da protocollo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie