110 anni Alfa, scuderia del Portello punta 24 Ore Nürburgring

Con prima Quadrifoglio esistente allestita per le competizioni

Redazione ANSA ROMA

Il giorno in cui l'Alfa Romeo celebra l'importante traguardo dei 110 anni dalla sua nascita e il Museo Storico di Arese riapre le porte al pubblico dopo il lockdown, la Scuderia del Portello e i suoi gentlemen drivers guardano al futuro del marchio sportivo Alfa Romeo nel motorsport presentando l'unica Alfa Romeo che sarà presente alla 24 Ore del Nürburgring (24-27 settembre 2020).
    È la prima Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio esistente al mondo allestita per le competizioni, realizzata dai preparatori di Lanza Motorsport su iniziativa del suo presidente Mauro Simoncini, gentleman driver della Scuderia del Portello, il sodalizio di Arese che dal 1982 rappresenta il marchio sportivo Alfa Romeo negli eventi più prestigiosi del mondo.
    Parteciperà alla gara di durata per vetture Turismo e Gran Turismo più celebre al mondo, la 24 Ore del Nürburgring, sul leggendario tracciato del Nordschleife con i colori Lanza Motorsport - Scuderia del Portello; l'equipaggio sarà composto dai piloti Mauro Simoncini - proprietario della vettura e pilota della Scuderia del Portello che esordì alla 24 Ore del Nürburgring esattamente 20 anni fa proprio con un'Alfa Romeo 155 V6 - Ugo Vicenzi, Alberto Carobbio e Bruno Barbaro.
    La leggendaria 24 Ore del Nürburgring vede dal 1970 oltre 160 vetture Turismo e Gran Turismo disputare la corsa sul tracciato storico del Nordschleife unito a parte di quello attuale "GP", per una lunghezza complessiva di 25 chilometri. Per vedere l'ultima Alfa Romeo schierata sulla griglia di partenza della 24 Ore, bisogna risalire all'ultima partecipazione della Scuderia del Portello nel 2003 con una 156 Super Produzione del Presidente Marco Cajani.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie