Car of the Year / Auto dell'anno 2020 è Peugeot 208

Alle spalle le altre BEV Tesla Model 3 e Porsche Taycan

Redazione ANSA ROMA

 Peugeot 208 è la vincitrice del titolo Car of the Year 2020: ha ottenuto un totale di 281 punti ed è stata apprezzata dai 60 giurati non solo per la versione 100% elettrica che è stata oggetto delle valutazioni ma anche per la disponibilità di una gamma completa con varianti benzina e diesel.

In lizza c'erano anche BMW Serie 1, Ford Puma, Peugeot 208, Porsche Taycan, Renault Clio, Tesla Model 3, Toyota Corolla.

LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE

La proclamazione del modello che ha dominato la 56/a edizione del premio Car of the Year passerà alla storia non tanto per la vittoria, attesa da molti, dell'ultima generazione della Peugeot 208 del Gruppo Psa, ma anche per essere stato l'unico evento che si è svolto - nel rispetto del limite massimo di presenze imposto dalle autorità federali, cioè praticamente a porte chiuse - al Palexpo di Ginevra, dove si sarebbe dovuto aprire il 3 marzo, per gli operatori, il Salone Internazionale dell'Auto.

Probabilmente questa 56/a edizione del prestigioso premio Car of the Year segnerà una importante svolta, quella dell'avanzata dei modelli elettrici - o comunque con variante 100% Bev in gamma - rispetto alle auto tradizionali con motore termico benzina e diesel. La vittoria di Peugeot 208 con 281 punti  lancia un chiaro segnale: il ringiovanimento della base dei giurati (lo ha detto durante la premiazione il presidente dei COTY Frank Janssen, giornalista del periodico tedesco Stern) sta mutando i termini di giudizio per la valutazione delle auto, che non entrano più nella short list delle finaliste, e soprattutto non vincono più, solo perché sono belle, ben costruite o si guidano con piacere.

La conquista da parte di Tesla Model 3 del secondo posto (242 voti) e soprattutto di Porsche Taycan (222 voti) evidenziano infatti che ciò fa di un'auto una 'buona auto' è anche lo sforzo di innovare e portare sul mercato prodotti che rappresentano soluzioni alla mobilità del futuro. Certo, Tesla Model 3 è ancora un modello quasi sconosciuto in alcuni mercati e Porsche Taycan propone la sua eccellenza tecnologica complessiva ad un costo che non è proprio accessibile a tutti.

Elettrificate anche le due inseguitrici Renault Clio (211 voti) e Ford Puma (209) che erano state indicate prima della votazione odierna come due possibili outsider. Sesta l'ibrida Toyota Corolla (152 voti) e settima l'ultima generazione - quella a trazione anteriore - della Bmw Serie 1 (133 voti).

La classifica del premio Car of the Year è stilata in base ai voti attribuiti da una giuria composta da 60 giornalisti specializzati di 23 diversi Paesi europei. Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia e Spagna hanno ciascuno 6 membri, le altre nazioni un numero inferiore proporzionale alla importanza dei loro mercati.

Dopo l’iscrizione delle auto candidate (60 modelli) ed una prima settimana di verifiche (Tannistest in Danimarca nell’autunno 2019), seguite da numerosi test individuali, la giuria si é riunita due settimane fa nel Centro di Guida e Sviluppo di Mortefontaine CERAM, Mortefontaine alle porte di Parigi. Con analisi e confronti più approfonditi i giurati hanno avuto modo di valutare le caratteristiche e le prerogative dei sette modelli inseriti nella short list.

Il Premio Car of the Year viene organizzato da sette riviste d’auto leader, da tutta Europa: Auto dall’Italia, Autocar dalla Gran Bretagna, Autopista dalla Spagna, Autovisie dall’Olanda, L’Automobile Magazine dalla Francia, Stern dalla Germania e Vi Bilägare dalla Svezia. La consegna del trofeo Car of the Year viene effettuata da parte del presidente della giuria, Frank Janssen, giornalista del periodico tedesco Stern, tra gli organizzatori storici dell'evento.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie