Motor Show di Bruxelles apre 10 gennaio con 'tutto esaurito'

Segnale positivo, presenti grandi costruttori e auto da sogno

Redazione ANSA ROMA

Si apre con segnali positivi la stagione dei Saloni europei dell'automobile, che vedrà i riflettori puntati dal 10 al 19 gennaio sull'area dell'Expo di Bruxelles per la 98ma edizione dell'omonimo Motor Show. Gli organizzatori hanno infatti potuto riempire tutti gli spazi, e su oltre 95mila metri quadri di superficie espositiva saranno presenti quasi tutti i brand automobilistici che operano in Belgio e molte Case delle due ruote e dell'innovazione.

''Siamo particolarmente orgogliosi di essere riusciti a comporre un portfolio completo - si rallegra Pierre Lalmand, direttore del Salone per conto di FEBIAC, la Federazione Belga e Lussemburghese dell'Automobile e del Ciclo - Nel corso degli anni, il Motor Show di Bruxelles continua a guadagnare importanza con l' aiuto dei nostri espositori e un allettante elenco delle anteprime mondiali, continentali e nazionali''. Sette padiglioni saranno dedicati alle Case automobilistiche, di cui sei per lo show 'generale' (Palazzi 3, 4, 5, 6, 7 e 10) e uno, come vuole la tradizione a Bruxelles, per la mostra Dream Cars (Palazzo 1). Presenti al Salone Abarth, Alfa Romeo, Audi, Citroen, Bmw, Citroen, Cupra, DS, Fiat. Ford, Honda, Hyundai, Kia, Jaguar, Jeep, Isuzu, Land Rover, Lexus, Maserati, Mazda, Mercedes, Mitsubishi, Opel, Peugeot, Seat, Skoda, Ssangyong, Subaru, Suzuki, Tesla, Toyota, Volvo e Volkswagen.

Nel Palazzo 1, in una raffinata scenografia 'luxury', sono esposte le Dream Cars di Genty Automobile, Alpine, Aston Martin, Superleggera, Audi, Automobiles Gillet, Autoworld, Bentley, Alpina, Bmw, Bugatti, Ferrari, Ford, Land Rover, Jaguar, Krugger, Lamborghini, Mclaren, Mercedes, Mini Cooper, Nissan e Pal-V.

Novità dell'edizione 2020 sono gli espositori di #WeAreMobility che metteranno in evidenza soluzioni di mobilità a basso impatto ambientale e condivisa presenti durante il Motor Show di Bruxelles nel cuore dell'esposizione, cioè nel patio che separa i Palazzi 5, 8 e 9. ''Dopo due edizioni a Palazzo 10 e per un periodo limitato a 4 giorni - spiega Lalmand - era importante per noi offrire una migliore visibilità agli espositori di #WeAreMobility, un settore sempre più importante''. Il Motor Show di Bruxelles affronta con concretezza la rivoluzione, senza precedenti, che caratterizza la mobilità: ''L'offerta automobilistica in termini di propulsori non è mai stata così varia - ribadisce Lalmand - ed è per questo che abbiamo voluto presentare ai visitatori una panoramica completa delle soluzioni. Non a caso, si legge sul sito degli organizzatori che ''il motore a combustione diesel o benzina non scomparirà rapidamente dal paesaggio. Questo perché la vita media di un'auto è importante. In Belgio, ha più di 17 anni. Ci vorrà quindi un po' di tempo prima che l'intera flotta di veicoli funzioni a energia elettrica o sulla base di un'altra tecnologia senza emissioni.

Secondo una stima, i veicoli a benzina, diesel e a gas naturale non scompariranno dalle nostre strade fino al 2050''.

La 98ma edizione del Motor Show di Bruxelles sarà aperta al pubblico dal 10 al 19 gennaio tra le 10.30 e le 19.00, con tre aperture serali fino alle 22:00 previste per venerdì 10, lunedì 13 e venerdì 17 gennaio. Il prezzo del biglietto d'ingresso per adulti rimane invariato a 15 euro. FEBIAC si attende ancora una volta di superare i 500.000 visitatori, come era accaduto nel 2018 (542.566 biglietti staccati) cioè l'ultima edizione dell'evento dedicato all'auto e alle moto, in alternanza biennale con quello per i veicoli commerciali. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie