Usa, sotto indagine i 'super utenti' spreconi di benzina

Stato Whasington: sono il 10% e bruciano il 35% delle risorse

Redazione ANSA ROMA

Una ricerca Usa li definisce 'super utenti' e sono uno dei problemi che crea rallentamenti nella diffusione delle auto elettriche e contemporaneamente danneggia l'ambiente. Si tratta di automobilisti che non hanno solo un atteggiamento negativo nei confronti della transizione verso i Bev, ma che continuano anche a privilegiare modelli a benzina di grande cilindrata che si distinguono per gli alti consumi e per emissioni di CO2 assolutamente fuori dalla norma.
    Del problema si sta occupando, in Usa, lo Stato di Washington (quello su Pacifico) e che soffre di questo problema soprattutto a Seattle e negli altri grandi centri urbani, cosa che avviene anche negli Stati del Midwest. Con una decisione del Governo locale, il tema dei 'super utenti' verrà affrontato con uno studio - finanziato con 450mila dollari - che punta a profilare con maggiore chiarezza questa fascia di automobilisti, valutando tutte le variabili in gioco (quanto consumano, quanto emettono, quanto potrebbero risparmiare in costi di gestione dei veicoli e quanta CO2 non verrebbe immessa nell'atmosfera).
    Le prima valutazioni, da cui è partito il progetto, indicano che esiste un 'gruppo' - valutato nel 10% degli automobilisti - che in Usa brucia da solo il 35% della benzina consumata globalmente, e che ognuno di questi 'super utenti' utilizza in media il 60% in più di carburante, a parità di distanza percorsa, di un automobilisti americano virtuoso.
    Lo studio come quello che sta per essere intrapreso a Washington, commenta Green Car Reports, potrebbe anche fornire alcune risposte politiche chiave su come raggiungere efficacemente un'ampia fascia di utenti americani che non ha ancora preso decisioni sul futuro passaggio ai veicoli elettrici. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie