Food

Cooking show, la cucina spettacolo fa tendenza al ristorante

Cene esperienziali a vista chef

Umberto de Martino (Florian Maison, 1 stella Michelin) e Giuseppe Aversa (Il Buco di Sorrento, 1 stella Michelin) protagonisti con il resident Chef Andrea Fusco della prima tappa al Sina Bernini Bristol hotel di Roma del Chef's Cup Contest © Ansa

Cooking show: lanciata dai talent sulla cucina, con Masterchef apripista, è ormai una parola entrata nei trend. Cucinato a vista, raccontato, realizzato e infine gustato il cibo diventa spettacolo con il cooking show. Esistono varie declinazioni come il cooking party - a domicilio o nei ristoranti, in cui gli invitati magari guidati da esperti si divertono a passare ore cucinando in occasione di un compleanno, una festa un addio al celibato/nubilato (molto di moda) - o le cooking class - vere e proprie scuole per chef amatoriali (a Dublino spopola quella italiana, a Roma ce ne sono tante come One Day Chef a San Giovanni, Cooking classes a Via dei Fienaroli) frequentate molto anche da turisti stranieri.

Il cooking show diventa esperienza culinaria immersiva, per usare parole oggi molto di moda. Fatto è che il trend sta dando nuova linfa alla ristorazione di qualità e ha aperto un vero e proprio settore nei ristoranti di livello, dove si paga una cena che diventa convivio, gusto, occasione per apprezzare nuovi accostamenti. In questi eventi poi il pubblico può conoscere e avvicinare gli Chef, star assolute del nostro tempo, e assistere dal vivo agli show-cooking preparatori delle ricette in gara.

E' arrivata ad esempio alla sesta edizione, la gara tra coppie di chef stellati in Italia Sina Chef's Cup Contest, un vero e proprio tour in 9 tappe dove 18 chef stellati - sul tema 2018 della musica - si sfidano nei risoranti del gruppo che celebra i suoi 60 anni di storia . Le serate della nuova edizione sono vere e proprie cene esperienziali  5.0: il coinvolgimento dei 5 sensi è assicurato grazie ad una tecnologia con speciali cuffie che permettono agli ospiti di immergersi nel sapore del piatto, isolati da distrazioni esterne ed accompagnati dalla musica che ha ispirato proprio quella creazione.

La prima tappa a Roma, martedì 20 febbraio al ristorante Giuda ballerino! del SINA Bernini Bristol con protagonisti Umberto de Martino (Florian Maison, 1 stella Michelin) e Giuseppe Aversa (Il Buco di Sorrento, 1 stella Michelin) insieme al resident Chef Andrea Fusco. Ad aprire la serata romana musica dal vivo con la straordinaria partecipazione dell'artista Drusilla Foer. Martedì 6 marzo Cortina D’Ampezzo con Bernardo e Adriana Fournier (Da Candida, 1 stella Michelin) e Massimo Spigaroli (Antica Corte Pallavicina, 1 stella Michelin) al ristorante Stella Polare del Bellevue Suites & Spa. Il ristorante Collins’ del SINA Brufani di Perugia ospita martedì 20 marzo Alessandro Narducci (L’Acquolina, 1 stella Michelin) e Daniele Usai (Il Tino, 1 stella Michelin). A seguire la gara stellata si sposta a Viareggio il 15 maggio al ristorante La Conchiglia del SINA Astor, il 19 giugno al ristorante Le Scuderie del SINA Villa Matilde di Romano Canavese (Torino), il 17 luglio all’Antinoo’s Lounge & Restaurant del SINA Centurion Palace di Venezia, il 25 settembre al ristorante Gourmet del SINA Villa Medici di Firenze, il 23 ottobre al Maxim’s del SINA Maria Luigia di Parma, per concludersi a Milano il 20 novembre all’Opèra del SINA De La Ville.

  • di Alessandra Magliaro
  • 20 febbraio 2018
  • 09:35

Condividi la notizia

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie